Regolamento valutazione. Ugolini a Vita.it: finaziamenti legati ai risultati delle scuole, notizia infondata

Di
Stampa

Il sottosegretario Elena Ugolini risponde alle domande di vita.it sul sistema di reclutamento appena approvato dal CdM, e cita Marilyn Monroe. Invalsi? Un banchmark di riferimento che non fornisce fotografia completa.

Il sottosegretario Elena Ugolini risponde alle domande di vita.it sul sistema di reclutamento appena approvato dal CdM, e cita Marilyn Monroe. Invalsi? Un banchmark di riferimento che non fornisce fotografia completa.

Marilyn Monroe diceva "penso sempre di poter migliorare, lascio agli altri la convinzione di essere i migliori". La citazione è del sottosegretario in riferimento all’importanza di un sistema di valutazione che dia una spinta all’autonomia scolastica.

Sul ruolo dell’Invalsi, la Ugolini, ha voluto precisare che "sono importanti per dare un benchmark di riferimento su alcuni aspetti fondamentali ma non possono fornire una fotografia completa di quello che si fa in una scuola". E , difatti, continua la Ugolini, "nell’art. 6 del regolamento, dove si descrive il procedimento di valutazione, si esplicita la necessità di integrare dati da fonti diverse: sistema informativo del Ministero, Invalsi, questionario scuola; il tutto in base ad un quadro di riferimento comune".

Cita anche la sperimentazione VALES grazie alla quale "si stanno perfezionando tutti gli strumenti che saranno messi a disposizione delle scuole e che verranno utilizzati dai nuclei di attuazione esterna, i quali in base a delle priorità supporteranno le scuole in questo processo che ha lo scopo di migliorare gli esiti formativi ed educativi degli studenti, non di penalizzarli.

Relativamente alla convinzione ai risultati delle scuole saranno legati i finanziamenti, rassicura: "Quella notizia uscì su un grande quotidiano a gennaio, ma il giorno stesso il Ministero aveva precisato che leggendo il comma nella sua interezza si sarebbe compreso come i risultati di cui si parla sono quelli relativi alla capacità delle scuole di adeguarsi alle disposizioni riguardanti la modalità attraverso cui gli acquisti di materiali e servizi (dalla cancelleria all’assistenza tecnica per fotocopiatrici o altro) avvengono, ossia attraverso il Mepa, il mercato elettronico della Pubblica Amministrazione."

Leggi tutta l’intervista sul sito vita.it

Regolamento valutazione. Anticipiamo i contenuti: prova Invalsi anche in quinta superiore e calcolo del valore aggiunto

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia