Regolamento per l’utilizzo dei laboratori informatici, della Scuola Primaria, per la navigazione in internet e utilizzo delle stampanti

WhatsApp
Telegram

Abbiamo pubblicato, nel tempo, numerosi regolamenti ad uso di alunni e docenti di scuole di diverso ordine e grado. Quello che pubblichiamo, oggi, è un “Regolamento per l’utilizzo dei laboratori informatici, della Scuola Primaria, per la navigazione in internet e utilizzo delle stampanti”. Per la scuola primaria proprio perché l’utenza, più piccola delle altre, necessita di una particolare regolamentazione. Premesso, al ragionamento, che i laboratori della scuola sono patrimonio comune e il rispetto e la tutela delle attrezzature sono condizioni indispensabili per il loro utilizzo e per mantenere l’efficienza del laboratorio stesso.

Il laboratorio è un luogo di lavoro

È utile ribadire, ad ogni buon fine, che il laboratorio è un luogo di lavoro e pertanto è soggetto al D.L. n. 81 del 2008 sulla prevenzione e la sicurezza del lavoro e che le aule informatiche sono laboratori per attività specifiche di informatica, per cui ogni altra attività, (visione di film, documentari ecc,) va organizzata in ambienti diversi ( LIM in classe, videoproiezione ecc.).

Premesse generali

Alcune premesse generali vanno fatte per meglio inquadrare la fattispecie di laboratorio. In questo senso ci viene in soccorso un brillante regolamento quello dell’Istituto Omnicomprensivo di Scuola Infanzia, Primaria, Secondaria I Grado, Secondaria II Grado di Roccasecca (FR)il quale, tra le altre premesse, importantissime tutte, precisa che:

  • atti di vandalismo o di sabotaggio verranno perseguiti, nelle forme previste dal Regolamento d’Istituto, compreso il risarcimento degli eventuali danni arrecati;
  • per la prevenzione degli incendi e il piano di evacuazione si fa riferimento alle disposizioni valide per l’intero Istituto;
  • al laboratorio si accede solo per ragioni inerenti all’attività scolastica, di tipo strettamente didattico e di organizzazione del lavoro individuale del docente;
  • l’accesso agli alunni è consentito solo in presenza di un docente;
  • nell’attribuzione delle ore di utilizzo sarà data priorità ai progetti previsti dal POF dell’Istituto;
  • il docente che utilizza il laboratorio è responsabile del comportamento degli alunni e di eventuali danni provocati alle apparecchiature;
  • l’utilizzo dei personal computer e delle attrezzature, da parte di tutto il personale in servizio e degli alunni, comporta l’accettazione integrale e incondizionata del presente regolamento;
  • la trasgressione, al presente regolamento, comporterà la richiesta di interventi, nelle forme previste dal Regolamento d’Istituto.

Come organizzare l’utilizzo del laboratorio e quali clausole prevedere

Sarebbe il caso che i regolamenti in uso nelle scuole, specie in quelle Primarie, prevedessero per garantire un miglior utilizzo possibile dei laboratori, alcuni dispositivi regolamentari. In questo senso, ancora una volta, ricorriamo all’ottimo “Regolamento per l’utilizzo dei laboratori informatici, della Scuola Primaria, per la navigazione in internet e utilizzo delle stampanti a decorrere dall’a.s. 2019/2020” dell’Istituto Omnicomprensivo di Roccasecca (FR), diretto da quest’anno dal Dirigente Scolastico la Prof.ssa Patrizia Danella, il quale, tra le altre disposizioni generali, importantissime tutte, precisa che:

  • Per utilizzare il laboratorio è necessaria la prenotazione;
  • Ogni insegnante è tenuto ad aprire e chiudere l’aula mediante richiesta diretta e riconsegna delle chiavi ai collaboratori scolastici. Per nessuna ragione è ammessa la consegna delle chiavi agli alunni.
  • È compito del docente compilare dettagliatamente e in ogni parte le schede di ingresso all’aula di informatica e rilevazione della posizione alunni ai pc consegnategli dal collaboratore scolastico unitamente alle chiavi. Dal momento che tutti i PC sono numerati, assegnare agli allievi posti fissi, in modo tale che ognuno diventi partecipe e responsabile del corretto funzionamento della postazione.
  • Ogni insegnante è tenuto a procedere all’accensione dei computer e all’iniziale verifica dell’integrità dei sistemi.
  • Ogni alunno all’inizio della lezione esaminerà la postazione e segnalerà tempestivamente al docente eventuali problemi (danni, manomissioni, malfunzionamento apparecchiature, etc.). Eventuali danni saranno risarciti dall’alunno o dagli alunni che risultino, dalla piantina, aver occupato per ultimi la postazione danneggiata. Nel caso di una segnalazione tardiva rispetto all’inizio della lezione i danni saranno addebitati all’alunno che occupa la postazione.
  • All’uscita è cura del docente e degli alunni di risistemare tastiere, schermi, mouse, sedie e quant’altro come sono stati trovati all’ingresso. Inoltre, accertarsi che non vi siano cartacce o rifiuti e che tutte le apparecchiature elettriche siano spente.
  • Gli utenti sono tenuti a garantire il corretto utilizzo delle apparecchiature e ad usarle in modo da evitare qualsiasi danneggiamento hardware e software. In casi particolarmente gravi potranno essere ritenuti responsabili di eventuali danneggiamenti delle attrezzature.
  • Chi procura un danno alle apparecchiature o alle suppellettili dovrà pagare tutte le spese di riparazione e, in caso contrario, sarà interdetto dall’uso del laboratorio.
  • Ogni evenienza, situazione anomala, irregolarità rispetto al presente regolamento e malfunzionamento dell’attrezzatura, in particolare la presenza di software illegale o la presenza di contenuti non idonei, va segnalata tempestivamente alla Funzione Strumentale e/o al Responsabile del Laboratorio tramite gli uffici di segreteria utilizzando i modelli di richiesta allegati.
  • Comunicare tempestivamente, al responsabile di Plesso e/o di Laboratorio, se mancano carta e/o inchiostri.
  • Per evitare confusione al termine delle ore, è opportuno che prima del suono della campanella o dell’orario previsto per la conclusione dell’ora di lezione, gli alunni lascino il laboratorio.
  • Per ragioni di manutenzione vengono effettuati, secondo necessità e comunque entro il termine delle attività didattiche, interventi di formattazione (cancellazione dei dati) e reinstallazione del software. Attenersi pertanto scrupolosamente a quanto detto nei precedenti punti.
  • Nel caso di individuazione di virus (comparsa di un messaggio dell’antivirus) prendere nota del messaggio e segnalare immediatamente il fatto ai responsabili dei laboratori.
  • Non si assume alcuna responsabilità per la perdita o cancellazione di dati personali, si raccomanda pertanto vivamente di salvare i propri dati su un *supporto rimovibile, ad esempio una pen-drive.

Alcuni divieti, regole da osservare, accorgimenti da adottare

L’utente – si legge espressamente sul “Regolamento per l’utilizzo dei laboratori informatici, della Scuola Primaria, per la navigazione in internet e utilizzo delle stampanti a decorrere dall’a.s. 2019/2020” dell’Istituto Omnicomprensivo di Roccasecca (FR), preso come eccellente esempio e allegato all’articolo – è personalmente responsabile dei file e dei processi della propria sessione di lavoro. In laboratorio non è consentito consumare pasti di alcun tipo. Nell’eventualità della coincidenza con la ricreazione, gli alunni sono obbligati a uscire dall’aula computer, consumare la propria merenda e rientrare a ricreazione ultimata. Il proiettore va tenuto spento quando non viene utilizzato. Ciò consentirà un risparmio del rendimento della lampada. Gli insegnanti possono chiedere di installare nuovi software sui PC del laboratorio, previa autorizzazione del Dirigente, al Responsabile di laboratorio. Sarà in ogni modo cura dell’insegnante verificare che il software installato rispetti le leggi sul Copyright. Allo stesso modo è responsabilità dei docenti che chiedono di effettuare copie per uso didattico assicurarsi che la copia non infranga le leggi sul Copyright.

Regolamento uso di internet

“La ricerca su Internet e l’uso della posta elettronica sono destinate alle finalità didattiche, scientifiche e di ricerca. In nessun modo sarà ammesso un uso privato” precisa giustamente e puntualmente il “Regolamento per l’utilizzo dei laboratori informatici, della Scuola Primaria, per la navigazione in internet e utilizzo delle stampanti a decorrere dall’a.s. 2019/2020” dell’Istituto Omnicomprensivo di Roccasecca (FR). E continua, con dovizia e meticolosità, individuando procedure e stili comportamentali:

L’utente è tenuto a rispettare le regole imposte dall’uso della rete e di internet.

Gli alunni possono navigare su internet solo sotto la diretta sorveglianza del docente, il quale non solo è tenuto a verificare continuamente la navigazione ma è anche direttamente responsabile dell’utilizzo di internet da parte degli alunni cui ha dato la possibilità di collegarsi alla rete. È compito dei docenti accompagnatori controllare i materiali scaricati dagli alunni durante la navigazione. L’istituzione scolastica ha il diritto di verificare l’attività degli utenti compresa la navigazione internet e, qualora si riscontrino violazioni, ad agire di conseguenza. In qualunque momento il Responsabile di laboratorio che verifica un uso della connessione contrario a disposizioni di legge o di regolamento interno, comunque non coerente con i principi che regolano la scuola, può disattivarla senza indugio; nel caso siano coinvolti studenti, il Responsabile di laboratorio ne dà comunicazione al Coordinatore del Consiglio di Classe o all’insegnante curriculare di riferimento (per la scuola Primaria) per l’adozione di eventuali provvedimenti disciplinari. Nel caso di individuazione di virus (comparsa di un messaggio dell’antivirus) prendere nota del messaggio e segnalarlo sul registro di laboratorio o al responsabile del laboratorio. Gli studenti possono utilizzare chiavette USB, CD o DVD portati da casa sui PC dell’aula solo dopo avere effettuato una scansione con un antivirus.

Divieti da osservare categoricamente

È fatto assoluto divieto – precisa il “Regolamento per l’utilizzo dei laboratori informatici, della Scuola Primaria, per la navigazione in internet e utilizzo delle stampanti a decorrere dall’a.s. 2019/2020” dell’Istituto Omnicomprensivo di Roccasecca (FR) – di:

  • installare, rimuovere, scaricare e/o copiare programmi/software, cd musicali e tutti gli altri prodotti protetti dalla normativa sulla tutela del Copyright, senza l’autorizzazione del docente funzione strumentale e/o responsabile di laboratorio,
  • introdurre e/o collocare nel laboratorio oggetti che possano ostruire il regolare sfollamento o arrecare danno agli impianti. Gli stessi dovranno essere lasciati nelle rispettive aule,
  • portare cibi e bevande nel laboratorio, né tanto meno appoggiare lattine o bicchieri sui tavoli. Pertanto, qualora la lezione ricadesse nel corso della pausa prevista per la ricreazione, gli alunni potranno accedere al laboratorio successivamente alla consumazione in aula dei relativi alimenti,
  • modificare l’aspetto del desktop o le impostazioni di sistema, nonché modificare in alcun modo l’hardware e il software di sistema,
  • introdurre programmi di qualunque natura o fare uso di giochi/software nel laboratorio,
  • destinare, neanche temporaneamente, le attrezzature hardware e gli altri materiali in dotazione del laboratorio, ad altre attività esterne all’aula medesima senza l’autorizzazione del Dirigente Scolastico e/o responsabile del Plesso,
  • alterare le opzioni del software di navigazione,
  • scaricare da Internet software, giochi, suonerie, etc.. o chattare,
  • staccare cavi elettrici da ciabatte e prese così come i cavi di connessione alle periferiche,
  • in caso di cattivo funzionamento delle risorse è vietato intervenire personalmente sulle stesse, è altresì vietato spostare apparecchiature dalla loro posizione originale,
  • scrivere sui banchi, monitor, mouse, tastiere o altro,
    inserire qualsiasi tipo di password,
  • staccare cavi elettrici da ciabatte e prese così come i cavi di alimentazione dei pc e di connessione alle periferiche. Non aggiungere cavi elettrici e collegamenti senza autorizzazione del responsabile del laboratorio e in ogni caso rispettare le norme sulla sicurezza degli impianti,
  • aprire, spostare o eliminare dati e cartelle altrui,
  • restare da soli nell’aula multimediale,
  • modificare in alcun modo l’hardware e il software di sistema. Non è consentita l’installazione di nuovi programmi software o altro hardware che è di esclusiva competenza dell’amministratore dei sistemi. I docenti che hanno necessità di installare programmi o cd-rom sono pregati di contattare il responsabile del laboratorio per avere le indicazioni necessarie,
  • modificare o inserire nessun tipo di password, modificare le configurazioni dei sistemi operativi e le impostazioni (salvaschermo, sfondi, colori, suoni, risoluzioni dei monitor ecc.) o del Mouse o di altre voci del Pannello di controllo senza l’approvazione del responsabile del laboratorio,
  • il deposito di zaini e cappotti,
  • entrare in aula con penne, matite, forbici o qualsiasi oggetto con cui si possa potenzialmente danneggiare la strumentazione,
  • scaricare file musicali, foto, filmati e file multimediali salvo quelli necessari per finalità didattiche e comunque, prima di scaricare documenti o file da Internet occorre chiedere autorizzazione al docente che se ne assume la completa responsabilità, anche in riferimento alle norme sul Copyright,
  • accedere a siti inappropriati e lo scaricamento (download) di software e di file non necessari all’attività didattica – formativa,
  • portare all’esterno del laboratorio PC, notebook, stampanti ecc.

Regolamento utilizzo delle stampanti

L’uso delle stampanti, si legge nel “Regolamento per l’utilizzo dei laboratori informatici, della Scuola Primaria, per la navigazione in internet e utilizzo delle stampanti a decorrere dall’a.s. 2019/2020” dell’Istituto Omnicomprensivo di Roccasecca (FR), è particolarmente oneroso dal punto di vista economico, pertanto è indispensabile razionalizzarne l’impiego da parte di tutti; i docenti responsabili sono tenuti a verificare il materiale stampato dagli allievi e ad impedirne un’utilizzazione eccessiva e impropria. La stampa di documenti da parte degli alunni deve avvenire dietro esplicita autorizzazione del docente. Va evitata, per quanto possibile, la stampa di fotografie, diapositive e presentazioni grafiche. Si raccomanda pertanto di limitarne l’uso agli scopi didattici evitando di stampare foto e immagini di grandi dimensioni con conseguente elevato consumo di inchiostro/toner. Il permesso per la stampa di un numero elevato di pagine, o di lavori che prevedono un consumo particolarmente oneroso di inchiostro e carta, va richiesto agli uffici di segreteria. In tal caso va previsto l’acquisto del consumabile idoneo all’interno del piano finanziario del progetto.

Regolamento_laboratori informatici_Scuola_Primaria

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur