Registro elettronico, Piccolotti (Avs): “La preside del liceo di Siracusa ritiri circolare richiesta contributo obbligatorio”

WhatsApp
Telegram

“Le difficoltà non possono essere scaricate sulle famiglie. E comunque un funzionario dello Stato non si può permettere di definire atto scorretto un’interrogazione parlamentare”. Lo afferma Elisabetta Piccolotti dell’Alleanza Verdi Sinistra.

“Ringraziamo la dirigente scolastica del liceo Einaudi di Siracusa per l’attenzione che ci dedica rispondendo alle nostre contestazioni sulla circolare illegittima che chiede alle famiglie degli studenti un contributo ‘obbligatorio’, anche se una funzionaria dello Stato non si può permettere di definire un ‘atto scorretto’ un’iniziativa di sindacato ispettivo che la Costituzione garantisce come prerogativa ai parlamentari della Repubblica nell’interesse dei cittadini. Comunque sarà il ministro Valditara, a cui è rivolta l’interrogazione a rispondere e a intervenire su un atto che deve essere ritirato al più presto, come previsto dalle indicazioni ministeriali”. 

“E ci auguriamo che il ministero intervenga – prosegue la parlamentare della Commissione cultura di Montecitorio – anche per accrescere le risorse destinate agli istituti scolastici. Questo proprio perché conosciamo bene le condizioni vergognose in cui versano le scuole del nostro Paese, sappiamo bene quello che le Istituzioni nazionali e locali dovrebbero fare e non fanno per supportare il prezioso lavoro educativo di migliaia di docenti del nostro Paese. Il punto però, ed è questo che la dirigente del liceo di Siracusa non coglie, è che le difficoltà economiche in cui versano le scuole non possono essere scaricate sulle famiglie – conclude Piccolotti – che già vivono un periodo di grande disagio sociale. È una scorciatoia che nell’ordinamento scolastico italiano non è permessa. Punto“.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia