Regione Toscana: contributi da 300 a 5000 euro a studente per servizi scolastici

di redazione

item-thumbnail

La Regione Toscana finanzia benefici economici a favore degli studenti a basso reddito.

Il Pacchetto Scuola ha lo scopo di aiutare le famiglie degli studenti
delle scuole secondarie di primo e secondo grado a sostenere le spese
necessarie alla frequenza scolastica e all’acquisto di libri, materiale didattico di vario tipo ed altri servizi scolastici. La Regione stanzia anche per il prossimo anno scolastico 3 milioni di euro di risorse.

Da sempre la Regione è attenta a supportare e garantire il diritto
allo studio inteso come elemento di sviluppo della persona e
dell’intera collettività”, spiega l’assessore regionale  all’Istruzione Cristina Grieco ad Adnkronos.

La Regione Toscana interviene in aiuto delle famiglie il cui
Isee non supera i 15.748,78 euro. Ai fondi regionali, come per gli
anni passati, si aggiungono le risorse statali che dovranno essere
ripartite tra le Regioni dal Ministero dell’Istruzione.

Il contributo massimo erogabile è di 300 euro a studente per qualunque classe di iscrizione, ma può salire fino a 5.000 euro per gli studenti
delle scuole secondarie di II grado residenti nei Comuni di
Capraia Isola ed Isola del Giglio, con Isee del nucleo familiare non superiore a 36.000 euro.

L’assessore Grieco ha inviato agli studenti toscani e alle scuole
presenti sul territorio toscano una lettera per invitare tutti gli
interessati ad informarsi presso il proprio Comune di residenza ed a
prendere visione del bando e delle modalità previste per la richiesta
del Pacchetto Scuola, facendo particolare attenzione alle scadenze.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione