Regione FVG denuncia presunte irregolarità nel concorso a dirigente

Di
Stampa

red – Sul banco degli imputati la selezione per gli orali che ha visto solo 36 candidati su 117 per i 43 posti nelle scuole di lingua italiana e 2 candidati su 3 per i 3 posti nelle scuole di lingua slovena. Secondo gli aspiranti dirigenti e la regione del Friuli, i commissari avrebbero impiegato per la correzione non più di 10 minuti ad elaborato.

red – Sul banco degli imputati la selezione per gli orali che ha visto solo 36 candidati su 117 per i 43 posti nelle scuole di lingua italiana e 2 candidati su 3 per i 3 posti nelle scuole di lingua slovena. Secondo gli aspiranti dirigenti e la regione del Friuli, i commissari avrebbero impiegato per la correzione non più di 10 minuti ad elaborato.

Così in una nota della Regione Friuli: "L’8 marzo viene pubblicato l’elenco degli ammessi agli orali. A questo punto iniziano i ricorsi di più della metà degli esclusi alle prove orali, a cominciare dal denunciare i criteri di valutazione che, a differenza delle altre regioni, in Friuli Venezia Giulia non sono stati resi noti se non quando i candidati hanno fatto richiesta di accesso agli atti, una volta conosciuti i nomi degli ammessi. Sono così emersi alcuni aspetti alquanto singolari, tra cui il fatto che sugli elaborati degli esclusi non c’è alcun segno di correzione o revisione e che i commissari hanno impiegato non più di 10 minuti per correggerli (si tratta di compiti di diversi fogli di protocollo scritti a mano, dunque con anche la difficoltà che viene dal leggere più grafie). A detta degli intervenuti in Consiglio regionale, la Commissione giudicatrice avrebbe violato il principio di economicità non garantendo la copertura dei posti messi a concorso e nemmeno un’adeguata valutazione, attraverso le prove orali, di un congruo numero di candidati da cui selezionare quelli più preparati professionalmente. Il 9 maggio prossimo, si terrà presso il TAR l’udienza di sospensiva del concorso. Ciò che questi insegnanti desiderano emerga è su che base sono stati scartati, visto che non c’è alcun segno sui loro elaborati, e dunque il livello qualitativo della loro preparazione, che difendono fermamente. Non da ultimo, i posti vacanti che non saranno coperti sono dell’ordine di 11 unità, con altri 15 già denunciati dai sindacati".

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur