Regionalizzazione scuola, va accantonata per sempre! Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Mario Bocola – Il progetto di regionalizzazione della scuola di matrice leghista deve essere abbandonato per sempre, cancellato dall’agenda politica del governo e non per ora accantonato per poi riproporlo in un secondo momento sotto altre mentite spoglie con un provvedimento legislativo ombra.

La scuola deve restare di competenza statale non può essere regionalizzata, perché la scuola non appartiene alle regioni e la professionalità dei docenti non può essere parcellizzata, sminuzzata per poter essere definita a livello regionale. Non esistono affatto in Italia due tipologie di scuole: la scuola del Nord e la scuola del Sud. No! La scuola è una sola e gli italiani sono un unico popolo che ha conquistato l’Unità Nazionale non a chiacchiere da bar, ma con guerre, spargimento di sangue e la morte di moltissimi soldati.

I programmi di insegnamento devono valere per tutto il territorio nazionale con la sola eccezione che nel curricolo si può destinare una parte della programmazione scolastica a livello regionale. Ma la Lega non può minimamente pensare di poter regionalizzare tutto il sistema scolastico perché questo significa voler disconoscere la storia dell’Italia e tutti i sacrifici che sono stati compiuti dai Padri della Patria per raggiungere l’agognato obiettivo dell’Unità Nazionale. Non esiste un’istruzione per un’Italia del Nord e un’istruzione per un’Italia del Sud e si deve smetterla di pensare che il sud sia soltanto ricettacolo di voti in campagna elettorale. Molti insegnanti del Sud negli anni del miracolo economico hanno popolato le scuole del Nord, hanno insegnato in quelle regioni che vogliono ottenere l’autonomia in virtù di un credo che non ha radici storiche e antropologiche.

Dunque la scuola non si tocca: tutto deve restare di stretta competenza dello Stato e che le leggi non devono essere personali o strettamente legate a realtà partitiche ma avere valenza per l’interesse nazionale, La regionalizzazione va applicata solo per specifiche materie e non per la scuola che riguarda tutti i cittadini.

Versione stampabile
soloformazione