Regionalizzazione scuola, saremo ancora dipendenti statali? Lettera

WhatsApp
Telegram
ex

Inviato da Emilio Cavallaro – Il Natale è alle porte e si chiude il primo quadrimestre scolastico lasciandoci molti dubbi e paure per un futuro incerto nel mondo della scuola!

Cambiano i governi ma il risultato è sempre lo stesso, nuovo governo nuove paure e migliaia di precari in balia delle onde… la nuova minaccia si chiama autonomia differenziata delle regioni, non si capisce bene che fine farà il personale scolastico sarà ancora dipendente statale o regionale?

Spero che tutti i sindacati siano attenti sulla questione e siano pronti al pugno di ferro in caso sarà necessario…

Faccio anche un appello al ministro Bussetti e a tutto il mondo politico perché la questione è molto calda e delicata e invece di velocizzare il processo di regionalizzazione che andrebbe ponderato con tutto il tempo possibile!

Di fare attenzione perché questa situazione porterà ad un’ulteriore divario tra nord e sud e a un’incremento di discriminazione verso le regioni del Sud!! La scuola non si deve toccare deve rimanere statale e lo stato deve dimostrare di essere uno e uguale sia al nord che al sud.. Altrimenti questa volta si andrà veramente in contro a una guerra tra poveri e chi resterà sconfitto sarà l’Italia e tutti gli ITALIANI.

Faccio gli auguri a tutti di un buon Natale e auguro a tutti noi un nuovo anno con novità positive senza dubbi e incertezze.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito