Regionalizzazione scuola, Di Meglio: “Un attentato all’istruzione pubblica statale voluta dai nostri padri costituenti”

WhatsApp
Telegram

“Un attentato alla scuola pubblica statale voluta dai nostri padri costituenti”. Così Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli insegnanti, commenta il progetto di Autonomia differenziata caldeggiato dal ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Roberto Calderoli.

Il ddl, ancora in fase di “appunti di lavoro”, è stato presentato il 17 novembre alla Conferenza Stato-Regioni e continua ad essere al centro dello scontro politico.

“Soltanto la scuola pubblica statale può garantire il pluralismo tra visioni e posizioni diverse. Sono in atto pericolose tendenze disgregatrici e la scuola pubblica statale rappresenta un caposaldo dell’unità nazionale”, sottolinea il numero uno della Federazione Gilda-Unams.

Per Di Meglio “la regionalizzazione rischia di aprire ancora di più la strada ai soggetti privati, interessati a investire nel settore dell’istruzione, e di moltiplicare i centri di costo, provocando quindi un aumento della spesa pubblica, come dimostra l’esperienza della sanità”.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici, è in Gazzetta Ufficiale: preparati per le prove selettive. Il corso con 285 ore di lezione e migliaia di quiz per la preselettiva. A partire da 299 euro