Regionalizzazione, Pittoni (Lega): non è vero che i docenti del Sud guadagneranno di meno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A scriverlo il Senatore Mario Pittoni sul proprio profilo FaceBook rispondendo ad un articolo di una “rivista specializzata” che parlava della possibilità di guadagnare fino a 300 euro meno un collega del Nord dopo la regionalizzazione voluta da Veneto e Lombardia.

In realtà era stato il Governatore della Campania ad anticipare la possibilità che i docenti del Sud potevano perdere fino a 300 euro al mese di stipendio.

De Luca ha commentato le parole del Ministro che hanno offeso i docenti del Sud. “Quello che ha detto il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, – ha detto De Luca – è il senso comune che circola nel nord rispetto ad un sud che non fa nulla. Abbiamo una percentuale significativa di figli di buona donna in tutti i settori, ma l’idea che il sud sia la terra dove non ci si sacrifica è una immagine infame del sud che dobbiamo sconfiggere e la sconfiggiamo con l’esempio”.

Per quanto riguarda la regionalizzazione ha così affeermato, “Una delle possibili conseguenze per il Sud se va avanti l’ipotesi Veneto e si regionalizza la scuola, è il divario di retribuzione tra nord e sud spaventoso. I nostri docenti perderanno 300 euro al mese e l’offerta formativa rischia di esse dequalificata”.

Il Senatore Mario Pittoni non è d’accordo e parla di “Terrorismo mediatico”: “Giornale specializzato della scuola – scrive – “spara” titolo sul rischio (ovviamente inesistente) che con l’autonomia i docenti del Sud perdano 300€ al mese, per poi ammettere nel testo che non è vero nulla. Terrorismo mediatico solo per attirare l’attenzione?”

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione