Refezione scolastica a Palermo, Anief: “inaccettabili i disservizi” Esterni Posta in arrivo

WhatsApp
Telegram

Il Comune di Palermo dovrebbe attivare il servizio di refezione scolastica, su richiesta delle famiglie interessate, nell’ambito del diritto allo studio, per facilitare l’accesso e la frequenza alle attività scolastiche pomeridiane.

Il servizio di refezione scolastica è un servizio a domanda individuale, destinato agli alunni che frequentano le scuole pubbliche dell’infanzia, le scuole primarie e le scuole secondarie di primo grado, site nel territorio del Comune di Palermo per le quali è prevista la continuità dell’attività scolastica nel pomeriggio e che presentano apposita istanza.

Anief, che ha rilasciato un’intervista al Tgr Sicilia, ritiene “che il consumo del pranzo a scuola sia un momento di fondamentale importanza da un punto di vista educativo per l’acquisizione di corrette abitudini alimentari, non è possibile ogni anno assistere a questi ritardi diseducativi”.

Emanuele Panebianco, presidente provinciale di Palermo, ha dichiarato che “la refezione scolastica è uno strumento accessorio, non solo per una corretta alimentazione, ma anche per combattere la dispersione scolastica”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur