Reddito di inclusione. Dal 1° dicembre il via alla presentazione delle domande. Anief mette a disposizione dei propri associati il servizio di consulenza di Cedan

WhatsApp
Telegram

Anief – Dal 1° dicembre sarà possibile inoltrare domanda per il Reddito di inclusione (REI), la misura messa in atto dal Governo per aiutare le famiglie in difficoltà economica con il dlgs. n. 147/2017, con decorrenza dal prossimo 1° gennaio.

 Questa misura andrà a sostituire il sostegno all’inclusione attiva (SIA) e l’assegno di disoccupazione (ASDI) per i disoccupati a fine NASpI. La misura consiste in un assegno mensile versato per un periodo fino a 18 mesi, con importo minimo di 190 euro per i single, fino a un massimo di 485 euro per i nuclei familiari con almeno cinque componenti. Contestualmente i beneficiari dovranno partecipare a un progetto di reinserimento sociale e nel mondo del lavoro.

Per beneficiare del Reddito di inclusione i requisiti sono i seguenti:

 

  • reddito Isee della famiglia non superiore ai 6mila euro (dichiarazione isee precompilata);
  • valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa, non superiore ai 20 mila euro;
  • patrimonio mobiliare massimo tra i 6 mila e i 10 mila euro a seconda del numero dei componenti del nucleo.

Tra le richieste, verrà data priorità alle famiglie con figli minorenni o disabili, alle donne in gravidanza o disoccupati over 55; saranno esclusi invece i nuclei familiari che nei due anni precedenti hanno acquistato auto, moto, barche. L’importo dell’assegno varia a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare e di eventuali trattamenti assistenziali e redditi in capo al nucleo stesso.

L’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale. La somma sarà caricata sulla carta Rei, strumento con il quale sarà possibile acquistare una serie di beni, ma sarà utilizzabile anche come bancomat per prelevare fino alla metà dell’importo erogato mensilmente. A far data dal 1°dicembre sarà possibile presentare domanda per accedere alla prestazione presso i Comuni o gli enti incaricati, compilando il modello allegato alla circolare. È importante essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità.

Ai fini della certificazione del reddito Isee, Anief ricorda che è attivo il servizio di consulenza di Cedan S.r.l.s. ente autorizzato dalla confederazione Cisal a fornire consulenza e servizi in materia di assistenza fiscale e previdenziale. Per info si potrà scrivere una mail a [email protected], contattare lo 091 7098356 o visitare il sito www.cedan.it; il servizio è attivo sull’intero territorio nazionale.

Chiedi alla struttura territoriale Anief più vicina a te un appuntamento. Visita il nostro sito www.cedan.it

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur