Reddito di inclusione, Cedan: più facile dal 1° giugno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Cedan – Il Reddito di inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica. I cittadini possono richiederlo presso il Comune di residenza o eventuali altri punti di accesso indicati dai Comuni.

Tra i vari requisiti richiesti per l’accesso al reddito di inclusione dal decreto legislativo n. 147 del 2017 vi è quello familiare: il nucleo deve trovarsi in almeno una di queste condizioni, con la presenza di un minorenne, un disabile, una donna in gravidanza, un ultra 54enne disoccupato.

Tutti i requisiti familiari sono abrogati già dal mese di giugno invece che dal 1° luglio, come previsto dalla Legge di bilancio 2018: questo è il chiarimento fornito dall’Inps nel Messaggio n. 1972 del 11 maggio 2018 che modifica la sua precedente circolare n. 57 2018. In questo modo l’effettiva erogazione da parte dell’INPS raggiungerà una platea più allargata già nel mese di luglio.

Altra novità: le domande di ReI presentate nel corso del 2018 fino al 31 maggio che sono respinte per la sola mancanza dei requisiti familiari, se in possesso di regolare DSU 2018, saranno sottoposte a riesame di ufficio con verifica dei requisiti alla data del 1° giugno 2018.

Per informazioni, contatta la sede Cedan più vicina a te e visita il nostro sito! Per contattare la sede nazionale scrivi un’e-mail all’indirizzo [email protected] e contatta il numero 091 7098356.

14 maggio 2018

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione