Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Reddito di emergenza decreto Sostegno: tutto quello che c’è da sapere

Stampa

Rinnovato per 3 mensilità il reddito di emergenza che spetterà anche per ha indennità di disoccupazione scaduta. Vediamo i dettagli.

Il decreto Sostegno, approvato definitivamente il 19 marzo 2021, proroga per altre 3 mensilità il reddito di emergenza apportando anche delle novità al sussidio. L’articolo 12 della bozza del Decreto Sostegno, infatti, introduce importanti novità sul REM che andremo ad illustrare .

Reddito di emergenza nel decreto sostegno

Il reddito di emergenza viene rinnovato per tre mensilità  dal decreto Sostegno in relazione ai mesi di marzo, aprile e maggio 2021. Ovviamente per averne diritto è necessario essere in possesso di determinati requisiti quali:

  • il valore del reddito familiare nel mese di febbraio 2021 non deve essere superiore alla quota di REM spettante
  • il patrimonio mobiliare del nucleo familiare deve essere inferiore a 10mila euro (aumentato di 5mila euro per ogni componente del nucleo successivo al primo e fino ad un limite di 20mila euro)Isee non superiore ai 15mila euro
  • Residenza in Italia.

In caso di nucleo familiare che viva in una casa in affitto, la soglia di reddito relativa al mese di febbraio è incrementata di un dodicesimo del reddito annuo di locazione risultate dall’ISEE.

Una delle importanti novità introdotte è che potranno ricevere il REM anche coloro la cui indennità di disoccupazione è scaduta tra il 1 luglio 2020 ed il 28 febbraio 2021: in questo caso il REM sarà corrisposto indipendentemente dal possesso dei requisiti e per un importo pari a quello spettante al nucleo familiare monocomponente (400 euro mensili).

Non è ancora possibile presentare domanda, in quanto si attendono istruzioni dell’INPS ma nel decreto è già stata messa nero su bianco la scadenza dei termini per la presentazione, fissata al 30 aprile 2021.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur