Reddito di cittadinanza, ecco come cambierà: arriva Mia. Sussidio per occupabili e poveri. Bozza provvedimento

WhatsApp
Telegram

Il Governo Meloni si appresta a varare il provvedimento denominato “Misura di inclusione attiva” (Mia), che sostituirà il Reddito di cittadinanza, con la finalità di garantire un sostegno economico alle famiglie povere e a quelle con occupabili.

Secondo quanto segnala il Corriere della Sera, la Mia prevede la suddivisione dei potenziali beneficiari in due categorie: le famiglie senza persone occupabili e le famiglie con almeno un soggetto tra 18 e 60 anni d’età. Le prime possono essere composte da almeno un minorenne, un anziano over 60 o un disabile, mentre le seconde da soggetti che non rientrano in queste categorie.

L’importo base del sussidio per le famiglie senza persone occupabili rimarrà pari a 500 euro al mese, mentre per gli occupabili, la quota massima di sussidio sarà di 375 euro. Inoltre, la durata della Mia per i poveri sarà di 18 mesi, mentre per gli occupabili non potrà superare un anno.

La proposta di ridurre il tetto Isee per avere accesso alla nuova misura di inclusione attiva, che dovrebbe essere fissato a un massimo di 7.200 euro, potrebbe far escludere dalla platea di potenziali beneficiari circa un terzo delle famiglie attualmente assistite dal Reddito di cittadinanza. Tuttavia, la scala di equivalenza verrà corretta per garantire un maggiore sostegno alle famiglie numerosi.

È prevista una stretta anche sulla durata del sostegno economico, con la Mia che non potrà essere richiesta a ripetizione come il Reddito di cittadinanza. Per le famiglie senza occupabili, la durata massima della Mia si ridurrà a 12 mesi dalla seconda richiesta in poi, mentre per quelle con occupabili, la durata massima della Mia sarà di un anno la prima volta e di sei mesi la seconda volta. Una eventuale terza domanda di sussidio potrà essere presentata solo dopo una pausa di un anno e mezzo.

Il nuovo provvedimento, che dovrebbe essere presentato in Consiglio dei Ministri a breve, punta a dare un sostegno economico più mirato alle reali esigenze delle famiglie e contribuirà ad incentivare la ricerca di lavoro da parte degli occupabili.

WhatsApp
Telegram

Concorso Insegnanti di Religione Cattolica. Scegli il corso specifico di Eurosofia con esempi di unità didattiche. Guarda la demo