Reddito cittadinanza, diventare Navigator. Tutte le lauree valide, serve voto alto, cosa studiare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Reddito di cittadinanza: la prima scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 31 marzo, ma manca ancora il bando per il reclutamento dei Navigator. 

Sono circa 60.000 i candidati che potranno partecipare alla selezione per diventare navigator, ossia i tutor che avranno il compito di guidare i beneficiari del reddito di cittadinanza verso il reinserimento nel mercato del lavoro. Circa 6.000 i posti a disposizione.

I requisiti

Serve la laurea magistrale. Al momento sono state inserite: Giurisprudenza, Economia, Scienze politiche, Statistica e Scienze della formazione, mentre si discute ancora su Filosofia e Sociologia.

Si discute sul criterio legato al voto di laurea: se inserire un paletto, ad es. voto minimo 100/110 oppure far partecipare alla selezione i 60.000 con il voto più alto.

Potrebbe essere introdotto anche un limite massimo di età per partecipare: 55 anni.

La prova di selezione

Consisterà in un test a risposta multipla massima con 100 quesiti su queste  materie (verranno esplicitate meglio nel bando)

  • cultura generale
  • logica
  • informatica
  • diritto del lavoro
  • le regole del diritto di cittadinanza
  •  sistema di istruzione e formazione
  • regolamentazione del mercato del lavoro
  • economia aziendale.

Previsti test psicoattitudinali.

A parità di votazione finale, dopo il test viene scelto il candidato più giovane.

La retribuzione

Il contratto del navigator sarà a tempo determinato, per due anni. Il compenso totale dovrebbe aggirarsi sui 30.000 euro.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione