Recovery Plan, lo Stato cerca 500 professionisti per monitorare gli investimenti. Il bando con tutte le info

Stampa

Sulla Gazzetta ufficiale è stato pubblicato il bando per il concorso pubblico con cui sarà effettuata la selezione e il reclutamento di 500 persone che avranno il compito di controllare gli investimenti e tenere i conti dei fondi del Pnrr.

Le assunzioni saranno a tempo determinato. Le candidature andranno inviate solo per via telematica, entro le 14 del 20 settembre 2021, tramite il sistema Step-One 2019, messo a disposizione da Formez PA.

Le 500 assunzioni saranno così suddivise: 198 unità per il profilo economico; 125 unità per il profilo giuridico; 73 unità per il profilo statistico-matematico; 104 unità per il profilo informatico, ingegneristico, ingegneristico gestionale.

Tutte le assunzioni  saranno a tempo determinato “per un periodo anche superiore a 36 mesi, ma non eccedente la durata di completamento del Pnrr e comunque non oltre il 31 dicembre 2026 (nella foto, il sito dedicato ai progetti del Pnrr).

Le candidature andranno inviate solo per via telematica, entro le ore 14 del 20 settembre 2021, tramite il sistema Step-One 2019, messo a disposizione da Formez PA.

Il bando è stato pubblicato integralmente anche sul sito http://riqualificazione.formez.it, sul sistema Step-One 2019 e sui siti internet istituzionali delle amministrazioni interessate.

Il concorso si articolerà in due fasi. La prima è una prova selettiva scritta, distinta per i codici di concorso, che si svolgerà esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali, assicurando la trasparenza e l’omogeneità delle prove.

La seconda fase è la valutazione dei titoli, distinta per i codici di concorso, che sarà effettuata solo a seguito dell’espletamento della prova scritta, con esclusivo riferimento ai candidati risultati idonei alla prova e sulla base delle dichiarazioni degli stessi, rese nella domanda di partecipazione, e della documentazione prodotta (nella foto, Ursula von der Leyen e Mario Draghi presentano il Piano italiano)

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur