Reclutamento, Pittoni (Lega): “Azzolina ha perso tempo, con sì a nostra proposta nessun buco di docenti”

Stampa

“Se il ministro uscente Azzolina non avesse perso tempo, l’attuale anno scolastico sarebbe partito senza buchi di organico”.

Inizia così una nota del senatore della Lega e responsabile Scuola del partito, Mario Pittoni.

“Bastava approvare il progetto che è già pronto e definito in tutti i particolari nel disegno di legge S. 1920 di semplificazione del reclutamento e stabilizzazione dei docenti, ispirato alla proposta che come responsabile Scuola della Lega ho presentato lo scorso marzo al Senato. La sua approvazione, oltre a consentire di superare il problema dei 200 mila supplenti a cui si affida la scuola italiana (unico caso al mondo), porterebbe a soluzione la difficile situazione di qualcosa come 16 diverse categorie di lavoratori del settore”, conclude.

Ecco a chi si rivolge il ddl S. 1920 e con quali obiettivi:

1) Docenti di II^ fascia (I^ fascia GPS) con tre anni di servizio nella scuola statale, per i quali sono previste:

– Assunzione immediata, nel limite dei posti vacanti e disponibili, nel piano assunzionale straordinario;

– Ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

2) Docenti di III^ fascia (II^ fascia GPS) con 3 anni di servizio nella scuola statale, per i quali sono previste:

– Assunzione immediata, nel limite dei posti vacanti e disponibili, nel piano assunzionale straordinario;

– Ammissione al PAS da svolgersi con cadenza regolare;

– Una volta conseguita l’abilitazione, ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

3) Docenti abilitati e specializzati sul sostegno, per i quali sono previste:

– Assunzione immediata, nel limite dei posti vacanti e disponibili, nel piano assunzionale straordinario;

– Ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

4) Docenti non abilitati e specializzati sul sostegno, per i quali sono previste:

– Assunzione immediata, nel limite dei posti vacanti e disponibili, nel piano assunzionale straordinario;

– Ammissione al PAS da svolgersi con cadenza regolare;

– Una volta conseguita l’abilitazione, ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

5) Docenti abilitati e non specializzati sul sostegno con servizio sul sostegno nella scuola statale, per i quali sono previste:

– Assunzione immediata, nel limite dei posti vacanti e disponibili, nel piano assunzionale straordinario;

– Ammissione al corso riservato di specializzazione per il sostegno da svolgersi con cadenza regolare;

– Una volta conseguita la specializzazione sul sostegno, ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

6) Docenti non abilitati e non specializzati sul sostegno con servizio sul sostegno nella scuola statale, per i quali sono previste:

– Assunzione immediata, nel limite dei posti vacanti e disponibili, nel piano assunzionale straordinario;

– Ammissione al PAS e, nell’anno successivo, al corso riservato di specializzazione per il sostegno da svolgersi con cadenza regolare;

– Una volta conseguita l’abilitazione e la specializzazione sul sostegno, ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

7) Docenti non abilitati con tre anni di servizio nelle scuole paritarie e negli IeFP, per i quali sono previste:

– Ammissione al PAS da svolgersi con cadenza regolare;

– Una volta conseguita l’abilitazione, ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

8) Docenti di III^ fascia (II^ fascia GPS) con tre anni di servizio nello Stato che non rientrano, per carenza di posti disponibili, nel novero dei nominati in ruolo con la procedura speciale o che hanno completato il triennio di servizio successivamente all’attuazione del piano assunzionale straordinario, per i quali sono previste:

– Ammissione al PAS da svolgersi con cadenza regolare;

– Una volta conseguita l’abilitazione, ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

9) Partecipanti ai concorsi ordinari, per i quali sono previste:

– Partecipazione senza vincoli a tutte le procedure concorsuali per le quali si possiede il titolo di studio;

– Sicurezza di non essere sottoposti all’aleatorietà della prova preselettiva e di svolgere una prova scritta e un orale in cui si possa effettivamente valorizzare la propria cultura e professionalità.

10) Dottori e dottorandi di ricerca inclusi in III^ fascia e in possesso dei 24 CFU, per i quali sono previste:

– Ammissione al PAS da svolgersi con cadenza regolare;

– Una volta conseguita l’abilitazione, ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

11) Docenti di ruolo, cosiddetti “ingabbiati”, forniti di idoneo titolo di studio per il passaggio di ruolo ma non dell’abilitazione, per i quali è prevista:

– Ammissione al PAS da svolgersi con cadenza regolare.

12) Docenti di ruolo utilizzati o assegnati provvisoriamente sul sostegno ma sprovvisti del titolo di specializzazione, per i quali è prevista:

– Ammissione al corso riservato di specializzazione per il sostegno da svolgersi con cadenza regolare.

13) Docenti non di ruolo senza il requisito di tre anni di servizio e senza titolo di specializzazione ma nominati per scorrimento delle graduatorie di istituto su posti di sostegno, per i quali è prevista:

– Ammissione al corso riservato di specializzazione per il sostegno da svolgersi con cadenza regolare.

14) Insegnanti forniti del diploma magistrale già inclusi in GAE e da queste depennati in forza di provvedimenti giurisdizionali, per i quali sono previste:

– Assunzione immediata, nel limite dei posti vacanti e disponibili, nel piano assunzionale straordinario;

– Partecipazione al concorso straordinario bis.

15) Docenti non abilitati che insegnano nelle scuole statali e che conseguiranno negli anni a venire il requisito dei tre anni di servizio, per i quali sono previste:

– Ammissione al PAS da svolgersi con cadenza regolare;

– Una volta conseguita l’abilitazione, ammissione al concorso straordinario per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione da svolgersi con cadenza biennale.

16) Per l’Infanzia infine sono previste:

– Istituzione di 4.000 nuovi posti sull’organico di diritto;

– Nella fase transitoria, scorrimento di tutte le GAE e GM esistenti fino ad esaurimento dei posti ed eventuale successivo scorrimento, sempre per la nomina in ruolo, delle graduatorie provinciali supplenze per coloro che hanno già maturato 3 anni di servizio nello Stato, ivi comprese le sezioni “Primavera”;

– A regime, indizione con cadenza regolare di un concorso speciale per titoli e prova orale consistente nella simulazione di una lezione per l’immissione in ruolo sui posti residui alla fase transitoria o di nuova disponibilità.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur