Reclutamento, parte il confronto col MIUR. Prossimo incontro 3 maggio

di
ipsef

CISL – Si è aperto il tavolo di confronto con l’Amministrazione sul tema del reclutamento dei docenti.

CISL – Si è aperto il tavolo di confronto con l’Amministrazione sul tema del reclutamento dei docenti.

Nel primo incontro, tenutosi il 12 aprile presso il MIUR, la dott.ssa Stellacci, Capo Dipartimento Istruzione, nel rappresentare la volontà del Ministro di avviare quanto prima le procedure per un nuovo concorso, adeguate ai tempi e caratterizzate da maggiore celerità e snellezza, ha sottolineato le difficoltà che derivano sia dagli stretti margini di azione concessi dalla normativa vigente sulla materia, sia dai tempi lunghi che comunque comporta l’iter di approvazione di un eventuale nuovo regolamento.

La Cisl Scuola ha evidenziato con forza come l’intreccio di diverse questioni (nuovo concorso ordinario, graduatorie ad esaurimento, abilitati, non abilitati, "trecentosessantisti", nuovi TFA) renda assai problematico e scarsamente produttivo limitarsi ad esaminare solo una parte dei problemi sul tappeto.

E’ indispensabile, infatti, ragionare sulle procedure concorsuali facendo anche fronte, con priorità e in un’ottica di stabilizzazione e riconoscimento del lavoro svolto, all’abilitazione dei tanti precari che oggi ne sono privi, senza escludere gli ITP e i diplomati della scuola dell’infanzia e primaria, con la conseguenza che l’ammissione al concorso debba essere aperta a tutti coloro che sono in possesso dei titoli di studio che consentono l’accesso all’insegnamento e che anche in presenza di un eventuale nuovo concorso ordinario devono mantenere il loro valore abilitante.

E’ altrettanto fondamentale, al fine di agevolare lo scorrimento delle graduatorie ad esaurimento (GAE), dare continuità e puntale attuazione al piano triennale di reclutamento procedendo, come avvenuto lo scorso anno, ad assunzioni su tutti i posti disponibili, in un’ottica di stabilizzazione dei rapporti di lavoro, traguardando anche un possibile ampliamento degli organici.

Da parte del MIUR è stata manifestata la volontà di proseguire il confronto tra le parti, ritenuto positivo e proficuo, manifestando la disponibilità a tenere in considerazione le richieste avanzate dalle organizzazioni sindacali.

Il prossimo incontro è calendarizzato per il prossimo 3 maggio.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare