Reclutamento, no dei docenti GaE all’aumento dell’oltre il 10% degli idonei al concorso per le immissioni in ruolo

WhatsApp
Telegram

Coordinamento Nazionale Docenti GAE – Ora basta!!! I docenti delle Gae urlano il loro disgusto ai continui aggiustamenti e rimaneggiamenti della legge, da parte di questo o quel partito per il proprio elettorato.

Ora è la volta dei 5 stelle, che con l’onorevole Silvia Chimienti hanno pensato bene di far innalzare la quota di idonei del concorso 2016; bozza presentata di sera (Chissà perché bozze così importanti che sconvolgono la vita di molti colleghi docenti vengono sempre votate di sera? Mah!!!) che prevede anche percorsi prioritari e agevolati per i terza fascia. Aumentare oltre il 10% degli idonei è un atto sconsiderato nei confronti delle GaE del Centro-Sud.

Signori non esiste solo il Nord, dove GaE e GM se non sono del tutto esaurite poco ci manca, ma esiste un Sud Italia dove nelle GaE i colleghi docenti moriranno di precarietà: esistono in queste graduatorie ancora i vincitori del concorso del 1999-2000 che con la loro dedizione e tra mille difficoltà strutturali e non, supportano la scuola da quasi 20 anni e ne hanno vissuto tutti i cambiamenti. Alla luce di queste rivelazioni mi chiedo ma dove sono le tanto sbandierate meritocrazia e continuità didattica di cui la legge 107 si presentava come garante, o questi concetti si applicano a tutte le categorie di docenti fuorché a quelli delle GaE? Forse l’onorevole Silvia Chimienti, nella sua bozza di parere elaborata dall’onorevole Ghizzoni (ma come il PD e i 5 Stelle lavorano assieme per favorire i pas, i tfa, gli idonei , i seconda fascia e i terza fascia?

Ma non è stato proprio il PD, che con la legge 107 aveva posto la quota di idonei al 10% onde evitare la beffa dell’emendamento Di Lello , anch’esso votato nottetempo…che cosa rassicurante sapere che mentre noi dormiamo il governo lavora contro le GaE, che ha immesso in ruolo gli idonei del concorso infanzia del 2012? Chi dovranno ringraziare ora gli idonei, i seconda fascia, i terza fascia, i pas e i tfa il PD che, sempre nottetempo, ha deciso di strizzare loro l’occhio approvando la bozza o i 5 Stelle, che hanno portato avanti le loro richieste? Mah!!!) non sa che i posti disponibili non bastano per quella equa ripartizione tra GaE e GM stabilita all’articolo 400 del TU. O forse con questo innalzamento si vuole mettere l’ennesimo sgambetto ai docenti delle GaE, che nel corso di anni hanno acquisito dei diritti ,calpestati da questo o quel governo, togliendo loro il tanto sospirato ruolo per darlo agli idonei del concorso 2016, il cui ruolo viene così assicurato dal comma 113 della legge 107? Mah!!

I docenti delle GaE confidavano nello svuotamento della graduatoria grazie ai posti lasciati vuoti dalle GM esigue ed esaurite. Aumentare la quota degli idonei va contro la ratio della 107: siamo nuovamente punto e a capo con 45000 docenti ancora in GaE e la maggior parte tutti del Centro-Sud. Poco possono gli onorevoli e i senatori del Sud che, conoscendo le dinamiche della loro terra, ogni giorno si battono per la stabilizzazione delle GaE e in special modo di quelle del Centro Sud.

E’ vergognoso che i docenti delle GaE vengano umiliati da una legge ad personam quale quella dell’onorevole Chimienti che così facendo intasca i consensi di seconda, terza fascia, idonei, pas e tfa. Noi i veri aventi diritto saremo superati da chi neanche lo ha vinto il concorso.

Tiziana De Chiara
Coordinamento Nazionale Docenti GAE

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur