Reclutamento IRC: approvato emendamento per bandire concorso, ma solo ordinario

di Giulia Boffa
ipsef

item-thumbnail

Tra gli emendamenti approvati dalle Commissioni Cultura e Lavoro sul Decreto Scuola, c’è quello sul concorso ordinario per gli insegnanti di religione cattolica da bandire entro il 2020 sui posti disponibili e vacanti degli anni dal 2020/21 al 2022/23.

E’ da quindici anni che non viene bandito un concorso per gli IRC.

All’interno del concorso ordinario, una quota di posti, non superiore al 35%, sarà riservata al personale docente di religione cattolica in possesso dell’idoneità diocesana, che ha svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, nelle scuole del sistema nazionale di istruzione.

Nelle more dell’espletamento del concorso le assunzioni continueranno ad essere effettuate tramite lo scorrimento delle graduatorie del concorso 2004.

Il sindacato Snadir avrebbe voluto un concorso straordinario, che avrebbe facilitato le assunzioni; il sindacato critica anche la possibilità di immissioni dalle graduatorie del 2004, che saranno inutilizzabili appena il concorso ordinario produrrà le nuove graduatorie.

Anche la regola del 70% dei docenti di ruolo non piace allo Snadir: in alcune regioni del Sud i posti da coprire per arrivare al 70% previsto dalla normativa sono poche decine.

Versione stampabile
soloformazione