Nuovo reclutamento docenti: verso prova preselettiva, tirocinio e concorso. Misure alla stretta finale

WhatsApp
Telegram

Non solo rinnovo contrattuale e organico Covid. Con la Legge di Bilancio potrebbe arrivare anche la riforma del reclutamento dei docenti della scuola secondaria mentre rimane inalterato il percorso per scuola di infanzia e primaria.

Stando alle ultime informazioni rese note da Italia Oggi, il nuovo sistema che porterà i nuovi laureati all’assunzione a tempo indeterminato, potrebbe basarsi su una prova preselettiva con test a risposta chiusa.

Poi tirocinio con tutor da farsi prevalentemente con attività in classe, oltre ovviamente al concorso annuale. 

Per i candidati al test è previsto che nel curriculum degli studi universitari siano presenti anche Cfu nelle materie pedagogiche.

La formazione iniziale dovrà essere definita in intesa con l’università. Si prevede una periodica continuità delle prove concorsuali e la loro programmazione in base ai fabbisogni legati non solo ai pensionamenti, ma anche al dimensionamento scolastico.

Concorsi annuali

La bozza del Decreto che istituirà i concorsi annuali  per la scuola secondaria, sulla base delle procedure semplificate introdotte dal Decreto Sostegni bis, è stata presentata ai sindacati lo scoro 26 ottobre.

Concorso docenti scuola secondaria, cambiano le prove: uno scritto computer based, un colloquio e la valutazione titoli. Le novità. BOZZA

Nuovi concorsi ordinari scuola secondaria: requisiti di accesso. Serviranno ancora i 24 CFU

N.B. Naturalmente il concorso 2022 non dovrebbe seguire il percorso prova preselettiva + tirocinio  ma prevedere solo le prove e il rinnovato anno di prova previsto dal Decreto Sostegni bis. Si tratta di due misure che si intreccerebbero e porterebbero al “futuro” del reclutamento dei docenti.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur