Reclutamento docenti, il diploma di istruzione tecnica superiore come titolo di accesso per gli ITP. Proposta di legge in discussione alla Camera

Stampa

Il 17 giugno scorso, la commissione Cultura della Camera ha predisposto un testo base sulla riorganizzazione del sistema di istruzione e formazione tecnica superiore in attuazione del PNRR

La Flc Cgil, in una nota, manifesta contrarietà per quella che viene descritta come la definitiva privatizzazione di un pezzo del sistema formativo nazionale”. 

I percorsi della formazione tecnica superiore vengono sostanzialmente legati alle imprese, che diventano di fatto il vero soggetto di riferimento del Sistema. Viene previsto un forte accentramento dei poteri con l’eliminazione del Consiglio di indirizzo e della Giunta Esecutiva e l’introduzione di un direttore amministrativo. Il personale degli ITS continuerà ad essere reclutato con contratti d’opera e solo in una piccola percentuale con l’istituto del comando.

Viene istituito un Coordinamento nazionale in cui vi sono ministeri, Conferenza delle regioni, INDIRE, associazioni imprenditoriali rappresentative a livello nazionale, associazioni più rappresentative degli Istituti tecnici superiori, ma non le parti sociali.

Novità importante anche per il reclutamento docenti: il diploma di istruzione tecnica superiore di secondo livello, costituirebbe titolo per l’accesso ai concorsi per insegnante tecnico-pratico.

Aspra la critica del sindcato: “Così il titolo di accesso ai concorsi della scuola statale verrebbe rilasciato da un ente privato”.

Il testo è attualmente in Commissione Cultura e presto, secondo quanto raccolto da Orizzonte Scuola, approderà in aula a Montecitorio per la prima approvazione.

ITS TESTO

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur