Recite di Natale, foto e video sì ma per fini personali. La privacy sotto l’albero: la scheda del Garante per la privacy

WhatsApp
Telegram

Tempo di Natale, tempo di feste, auguri, acquisti e viaggi. E tempo di attenzione alla privacy! Quali accortezze mettere in campo per proteggere i dati personali anche “sotto l’albero”? Il Garante per la protezione dei dati personali raccoglie alcuni consigli nella scheda “La privacy sotto l’albero”.

Il Garante si sofferma anche sulle recite di Natale, ricordando che fotografie e riprese video effettuate dai genitori durante le recite e i saggi scolastici non violano la privacy, purché siano raccolte per fini personali e siano destinate a un ambito familiare o amicale.

L’eventuale pubblicazione su Internet e sui social media richiede il consenso di chi esercita la responsabilità genitoriale dei minori ripresi e comunque l’adozione di accortezze che li rendano non riconoscibili.

Sui pacchi di Natale il Garante sottolinea che bisogna diffidare di offerte con sconti straordinari (su viaggi, abbigliamento, buoni e gift card, oggetti di vario genere) che è possibile ottenere solo a condizione di effettuare determinate azioni (ad esempio, cliccare su link, fornire dati personali o bancari, rispondere a sondaggi o questionari, ecc.).

Attenzione poi alle app per avere accesso a promozioni o negozi online, per creare e inviare cartoline di Natale, per avere uno screensaver natalizio dello smartphone o del pc, per attivare giochi, che potrebbero nascondere virus e malware.

La scheda del Garante

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri