Recalcati: è l’insegnante e la sua parola che accendono o spengono il desiderio di sapere degli allievi

WhatsApp
Telegram

Massimo Recalcati ha firmato un articolo su Repubblica in cui ritorna sugli esiti delle prove Invalsi.

Secondo l’autore, è necessario che i ragazzi si facciano allievi, si sforzino di capire che occorre sforzarsi per apprendere quello che si ignora. I ragazzi sfuggono a questo in nome, scrive, di un approccio spensierato al mondo.

Un altro punto da approfondire è l’educazione alla lettura; la lettura viene rifiutata, in un’epoca dalla connessione perpetua che impedisce, scrive l’autore, di creare quel vuoto che serve per generare il pensiero.

Gli insegnanti, spiega Recalcati, devono difendere la parola e rifiutarsi di relegarla solo nel ruolo comunicativo; più ampio è il mio linguaggio, più sarà ampio l’orizzonte del mio mondo. E’ la parola dell’insegnante che può accendere o spegnere il desiderio di sapere degli alunni.

 

WhatsApp
Telegram

Storia di Giacomo Matteotti che sfidò il fascismo: una grande lezione di educazione civica per tutti. Webinar gratuito