Rappresentanza studentesca, Miur istituisce Gruppo lavoro. Rete Studenti: bene, noi ci siamo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Rete Studenti Medi – E’ da poco stato pubblicato un comunicato stampa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca riguardo l’apertura di una serie di tavoli tematici con l’obiettivo di portare a termine il progetto di riforma della Rappresentanza Studentesca.

Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi, dichiara:”Possiamo sicuramente considerare questo un passo avanti da parte delle istituzioni. Come Sindacato Studentesco chiediamo da anni che venga aperta una discussione reale sul tema e ci siamo sempre impegnati all’interno del Forum delle Associazioni Studentesche e nelle Consulte per portare le nostre proposte e la nostra visione di ciò che la rappresentanza studentesca dovrebbe essere. Troppo spesso le rivendicazioni portate avanti dai rappresentanti degli studenti, a partire dai singoli consigli d’istituto fino ad arrivare ai luoghi istituzionali e governativi, sono rimaste inascoltate ed è per questo che vogliamo che lo strumento della rappresentanza assuma un valore più importante, un valore centrale nel processo di miglioramento della scuola pubblica Italiana. Un miglioramento che può avvenire solo attraverso il confronto e l’ascolto delle necessità della categoria studentesca.”

Continua Manfreda:” In un periodo complesso come questo, in cui sempre più giovani studenti iniziano a provare una forte disaffezione nei confronti della politica e della democrazia rappresentativa, aumentare il valore degli spazi di partecipazione, conferire maggiore potere decisionale alle rappresentanti e ai rappresentanti degli studenti significa riavvicinare i giovani alla comprensione di quanto sia importante occuparsi al meglio di ciò che riguarda da vicino tutti e che va dalle singole rivendicazioni scolastiche al pieno raggiungimento dei diritti individuali e sociali che spettano alle studentesse e agli studenti. Sentiamo fortemente il dovere di procedere positivamente in questo percorso anche considerando i nuovi spazi di contrattazione e decisionalità scolastica dovuti alla nuova riforma della scuola, come l’alternanza scuola lavoro, i curricula degli studenti e i Piani Triennali per l’Offerta Formativa. Noi non ci siamo mai tirati indietro e mai lo faremo, perché crediamo che solo con una buona riforma della rappresentanza questa possa diventare reale strumento per incidere nel futuro della pubblica istruzione.”

Il Lavoro verrà portato avanti insieme ai rappresentanti provinciali e regionali delle Consulte degli Studenti e alle associazioni dei genitori, speriamo di riuscire a portare a termine una discussione che aspettiamo di concretizzare ormai da troppo tempo e che le studentesse e gli studenti sentono come una necessità.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione