Rapisarda: Al via piano straordinario formazione I.Ri.Fo.R. per docenti, assistenti ed educatori

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nonostante il sistema inclusivo italiano sia invidiato e copiato in tutto il mondo, esso presenta alcune criticità, tra le quali, la più importante è senz’altro la scarsa formazione e preparazione “specifica” del personale scolastico (non solo dei docenti per il sostegno) sulle singole disabilità, ivi compresa, ovviamente, quella visiva.

Al riguardo dichiara il Direttore scientifico dell’I.Ri.Fo.R. Gianluca Rapisarda: “Una modesta competenza tiflologica che, a mio parere, attanaglia anche le Sezioni provinciali UICI, le quali, in mancanza di una figura di riferimento sull’inclusione scolastica, spesso si affidano alle sole “dritte” dei loro Presidenti che si arrabattano alla meno peggio.”

Prosegue Gianluca Rapisarda: ”Di qui, la forte convinzione del Presidente Nazionale dell’I.Ri.Fo.R. Mario Barbuto e del Vice Presidente Massimo Vita che l’Istituto, riconosciuto dal Miur quale Ente di riferimento sulla disabilità visiva, non può e non deve esimersi da un piano “straordinario” di formazione tiflodidattica, destinato non soltanto agli operatori della scuola, agli educatori ed agli assistenti alla comunicazione, ma da estendere anche alle realtà locali dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.”

Precisa il Direttore Gianluca Rapisarda: “E’ assolutamente necessario, infatti, che le sedi periferiche UICI abbiano tra i loro dirigenti almeno un “esperto di inclusione scolastica che possa accogliere adeguatamente in sezione i genitori dei nostri ragazzi, i loro docenti e dirigenti scolastici, fornendo loro tutte le informazioni utili dal punto di vista tiflologico, organizzando corsi di braille, illustrando le nuove tecnologie a supporto degli alunni con disabilità visiva, o quanto meno, dando indicazioni su dove reperire tali informazioni.”

Continua il Direttore scientifico Gianluca Rapisarda: “A tal proposito, il CDAN dell’I.Ri.Fo.R., in stretta sinergia con la Commissione Nazionale Istruzione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, ha di recente approvato un Corso di aggiornamento di tiflologia di 200 ore ed uno di formazione di 600 ore, da attivare sulla nuova e modernissima piattaforma E-Learning dell’Istituto in modalità mista (parte on line e parte in presenza), con un esame finale.”

Sottolinea il Direttore Gianluca Rapisarda: “Per gli insegnanti specializzati e curricolari in servizio, la frequenza del corso sarà valido ai fini dell’acquisizione dei crediti formativi previsti dalla recente DM n. 170 del 21 marzo 2016.

I docenti dei due corsi saranno selezionati all’interno degli albi professionali I.Ri.Fo.R. o scelti tra professionisti di comprovata preparazione in ambito tiflodidattico, tifloinformatico, storico-giuridico, medico, psicologico e riabilitativo.”

Conclude Gianluca Rapisarda: “L’auspicio è che i due suddetti corsi dell’I.Ri.Fo.R. (che si ripeteranno ogni anno) possano colmare finalmente le attuali lacune formative del nostro sistema inclusivo e costituire un modello di riferimento nazionale, riuscendo a fornire agli insegnanti per il sostegno e curricolari, agli assistenti alla comunicazione ed agli educatori competenze didattiche e strumentali di qualità e formandoli più adeguatamente sull’imprescindibile specificità tiflologica del processo di inclusione degli alunni/studenti con disabilità visiva.”

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione