RAI, Mondadori education e Rizzoli education in tv a fianco dei ragazzi oltre la fine della scuola

Stampa
e-learning

Le stime non sono assolutamente attendibili e neppure troppo rassicuranti.

Ancora oggi, però, a distanza da quasi tre mesi dall’inizio della DaD e della messa in atto di numerosi finanziamenti per coprire il gap digitale e connettivo, si stima che siano il 30% i ragazzi che non possono accedere alla didattica a distanza perché non hanno un device sul quale studiare o vivono in luoghi e situazioni dove internet non è disponibile. Inoltre, in questi mesi, si registra una tendenza all’abbandono scolastico in sensibile crescita. Ma l’istruzione non può essere un lusso ed è molto più che un bene di prima necessità, mette in gioco il futuro del paese. Sono queste le motivazioni che hanno spinto le case editrici Mondadori Education e Rizzoli Education a sostenere e affiancare la RAI nella sua decisone di potenziare, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, l’offerta didattica sui canali tradizionali come impegno comune per una scuola che non si ferma e che può raggiungere tutti. Non è affatto vero che, finita la scuola finisca l’emergenza educativa e formativa, e innanzi a questa necessità le agenzie culturali italiane hanno deciso di fare quadrato implementando e non riducendo il loro impegno.

Il cartellone RAI Ragazzi

Il cartellone della RAI, già, per altro assai variegato, arricchisce da oggi RAI Ragazzi, distribuito su più canali e rivolto agli studenti di tutte le età, della partecipazione di Mondadori Education e Rizzoli Education che hanno messo a disposizione di RAI la propria piattaforma per la didattica digitale HUB Scuola: un’ampia selezione di contenuti e video didattici per la realizzazione, avvenuta in tempi record,  del programma “La Banda dei FuoriClasse”, una striscia quotidiana in diretta su Rai Gulp tutti i giorni dalle 9.15 alle 12.15 che sta registrando una media molto positiva di più di 30.000 ascolti quotidiani.

FuoriClasse Kids

Dal Centro di produzione Rai di Torino, ogni giorno “La Banda dei FuoriClasse” si rivolgerà a quei ragazzi costretti a concludere l’anno scolastico fuori dalla scuola: confinati a casa, ma non isolati. Nell’arco delle tre ore di programma, il conduttore porterà il giovane pubblico in un itinerario didattico composto da lezioni, contributi video, collegamenti in videoconferenza con esperti, che si comporranno in un essenziale programma scolastico di emergenza, che toccherà per quanto possibile tutte le materie curricolari. La prima ora di “La Banda dei FuoriClasse” è tutta dedicata ai FuoriClasse Kids, ovvero i piccoli delle elementari. Le due ore successive del programma sono invece per i FuoriClasse Teen. Un format innovativo pensato, con l’obiettivo di far sentire i ragazzi parte di una comunità che sta affrontando una prova eccezionale: fuori di classe sì, ma tutti insieme per sconfiggere la pigrizia o la voglia di lasciarsi andare. La diretta, condotta dal Centro di Produzione di Torino nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, crea interazione e i ragazzi possono porre domande che vengono immediatamente riportate ai professori ospiti.

La didattica Mista

Per la Didattica a Distanza, la Didattica Mista e per i temi caldi in questa chiusura di anno scolastico così diversa dal solito HUB Scuola garantisce una proposta culturale completa, alla quale la “Banda dei FuoriClasse” ha potuto attingere e potrà attingere fino al 10 giugno, data fino alla quale il programma è stato esteso a seguito del successo e degli ottimi risultati raccolti. La proposta HUB Scuola non si limita solo a contenuti e videolezioni, ma include anche mappe, verifiche e test per il ripasso e la valutazione, testi facilitati per l’inclusione con focus su argomenti specifici.

Le lezioni di qualità

Si tratta di “lezioni di qualità, a orari precisi e in un contesto organico – sottolinea la vicedirettrice di Rai Ragazzi e presidente della commissione pari opportunità della Rai, Mussi Bollini – per realizzare un itinerario didattico che arrivi a coprire il più possibile quello di cui si sarebbe parlato a scuola nella seconda parte dell’anno. Quasi 4 milioni di italiani, fra 0 e 12 anni che si scoprono in un periodo come questo ancora più fragili. Senza contare quel 30% di ragazzi che vivono con un digital divide. Nei primi incontri che abbiamo avuto prima di Pasqua con il ministero, c’è stata proprio l’esigenza di sostenere i più piccoli. In cinque giorni abbiamo messo in campo un’offerta dedicata completa. Trovando una disponibilità straordinaria di enti, case di produzione specializzate nella didattica e case editrici che hanno offerto i loro contenuti in maniera gratuita”.

Mondadori Education e Rizzoli Education

“Le case editrici Mondadori Education e Rizzoli Education – da sempre al fianco di docenti e studenti nel processo di innovazione della scuola – si sono unite senza esitazione al progetto RAI grazie al patrimonio solido e collaudato di soluzioni per la didattica digitale di HUB Scuola – afferma Paolo Reniero, direttore marketing strategico e digital di Mondadori Education e Rizzoli Education. L’obiettivo è dare il nostro sostegno al sistema scolastico in un momento di grande difficoltà, offrendo alle famiglie e agli studenti una gamma di strumenti utili a rafforzare il grandissimo lavoro degli insegnanti di tutta Italia impegnati nella sfida della didattica a distanza. Ci siamo trovati in brevissimo tempo a lavorare a quattro mani, al fianco di produzione e autori del Centro RAI di Torino, in un progetto per noi molto gratificante che ci ha consentito di mettere a loro disposizione un database video con oltre 1.700 referenze tra le quali scegliere”.

I palinsesti RAI

Fin dall’inizio dell’emergenza Coronavirus la Rai ha modificato i suoi palinsesti affiancando ai programmi di informazione un’offerta sempre più ricca e in continua evoluzione per rispondere alle mutate esigenze di intrattenimento, arricchimento culturale e fabbisogno formativo del pubblico.

Con la didattica a distanza, che si sviluppa prevalentemente on line, Rai ha messo a disposizione del sistema scolastico, delle famiglie e degli studenti di ogni età sui canali e sul portale di Rai Cultura e su RaiPlay una gamma di contenuti di qualità, sempre disponibili e fruibili su ogni dispositivo.

L’offerta di intrattenimento e learning rivolta ai kids, ai ragazzi e agli studenti si incrementa ulteriormente con contenuti fruibili anche attraverso la tv (e disponibili on line), in particolare sul canale Rai Scuola (canale 146 DT), oltre che su Rai Storia (canale 54 DT), Rai 5 (canale 23 DT) e su Rai Gulp.(canale 42 DT).

Radio Kids

Per imparare a leggere e scrivere, si sa, nulla è meglio di leggere o ascoltare una bella fiaba. Radio Kids ne mette a disposizione davvero tantissime su Radio Fiabe. Le potete scaricare ed ascoltare quando preferite. Se, invece, preferite ascoltare un libro tutto intero allora cliccate su I Libri di Radio Kids. Buona “lettura”!

RaiPlay Radio

Leggere o ascoltare racconti, storie, libri è alla base della nostra formazione culturale e linguistica. Una passione che si sviluppa nel tempo.

Per chi desidera scoprire il mondo degli audiolibri, non resta che cercarli su Ad alta voce. Li potete scaricare ed ascoltare quando preferite

Rai YoYo

Il canale Rai che si rivolge ai più piccoli ha pensato ad un programma che aiuti i bambini a capire la realtà che stanno vivendo. Perché dobbiamo stare a casa, perché le scuole sono chiuse, perché non possiamo stare vicini. Con Diario di Casa, il coronavirus vine spiegato ai bambini, come fosse un gioco “del perché”. Rivedilo qui

Rai Scuola

Dal 9 marzo Rai Scuola (canale 146 Dt, 133 di Tivusat e 806 di Sky Italia) ha inserito nel normale palinsesto (che prevede 24 ore di programmazione didattica quotidiana) una fascia di 6 ore articolate per discipline e di specifico interesse per le Scuole Secondarie di Secondo Grado, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14, con replica al pomeriggio.

● Dalle 8 alle 9 si inizia con lezioni di inglese seguite da lezioni dedicate alla letteratura anglo-americana, finalizzate all’apprendimento e al perfezionamento linguistico.

● Dalle 9 alle 10,30 lezioni su materie scientifiche, dalla Tavola periodica ai principi di base della fisica, e ancora biologia, geofisica, astrofisica, le lezioni de I Lincei per il Clima, le lezioni di coding.

● Dalle 10,30 alle 11 ancora lezioni di lingua inglese.

● Alle 11 dal grande archivio di RAI STORIA ogni giorno una lezione relativa ad un’epoca storica: antica, medioevale, dell’età moderna, dell’800 e del 900.

● Alle 12 lunedì e martedì lezioni sulla storia della letteratura italiana, da Dante a Calvino, e dal mercoledì lezioni di filosofia tenute dai principali filosofi italiani spiegano lo sviluppo del pensiero occidentale attraverso i grandi temi e i grandi pensatori che lo hanno caratterizzato.

● A seguire alle 13 lezioni di storia dell’arte con grandi docenti come Claudio Strinati, Antonio Paolucci e con I segreti del colore l’esperienza degli istituti per il restauro e delle accademie d’arte italiane.

● Il palinsesto di lezioni prosegue nel pomeriggio con il susseguirsi di lezioni su materie scientifiche dalle 14 alle 15,30, poi lezioni di lingua inglese sino alle 16, e ogni ora storia, letteratura o filosofia e inglese sino alle 19.

RAI per l’Esame di Stato

Questo palinsesto articolato per discipline da metà aprile si arricchisce di nuove lezioni realizzate direttamente da docenti e insegnanti indicati dal Ministero dell’Istruzione, ma anche da docenti universitari, accademici della Crusca e dell’Accademia Nazionale dei Lincei per aiutare gli studenti a prepararsi per l’Esame di Stato

Dal 27 aprile il canale si è arricchito di un’altra importante novità dedicata agli studenti che affronteranno l’Esame di Stato: alle 10 e alle 15 [email protected] Maturità, tutti i giorni due lezioni di 30 minuti tenute da docenti universitari, Accademici della Crusca e Accademici dei Lincei per aiutare gli studenti ad affrontare la prova di maturità. Gli argomenti di queste lezioni sono proposti da insegnanti degli istituti secondari di secondo grado con una lunga esperienza di membri interni nelle commissioni di esame. I docenti delle lezioni, ognuno di loro un’autorità nella propria disciplina, analizzeranno l’argomento della lezione seguendo un percorso di domande e risposte che simula e ripercorre l’esperienza della prova orale di esame, anche tenendo conto delle particolari caratteristiche che essa avrà quest’anno.

La RAI e la scuola secondaria

Dal 27 aprile tutti i giorni alle 21.30 [email protected] magazine (con repliche il sabato e la domenica). Si tratta di un nuovo programma nel quale vari esperti analizzeranno problematiche generali che coinvolgono tutto il mondo della scuola e quelle specifiche per la secondaria di secondo grado, oltre all’orientamento scolastico e a quello in uscita. Si parlerà di didattica a distanza, di tempo studio, di rapporto con gli studenti, dell’operatività dei docenti e di come i genitori possano essere di aiuto e possano comportarsi per gestire questo difficile momento. La tecnologia dei device digitali sarà protagonista della narrazione. Sarà il conduttore, in ogni puntata, a dare il setting tematico ed a sviluppare gli argomenti con uno o più esperti.

RaiPlay

RaiPlay Learning è la sezione RaiPlay interamente dedicata agli studenti di ogni ordine e grado: una piattaforma di video, dai documentari ai cartoni animati educativi, dai film alle inchieste, per facilitare lo studio e l’approfondimento delle materie scolastiche.

RaiPlay offre a studenti, insegnanti e famiglie una scelta che si rinnova ogni settimana con contenuti tematici dedicati ai diversi cicli scolastici, dalla scuola dell’infanzia alle superiori, e a tutte le materie.

Per la Scuola Primaria RaiPlay ha studiato un’offerta che, grazie al linguaggio chiaro di tanti documentari e programmi Rai, permetterà anche agli studenti più giovani di approfondire scienze, geografia, storia e perfino la lingua inglese. Proprio per quest’ultima è stata pensata una collezione Hello Kids! che aiuta i bambini a immergersi nella lingua grazie a cartoni animati in inglese, canzoni e programmi educativi. Così come il mondo animale che, grazie a bellissimi documentari, farà scoprire ai bambini il mondo degli uccelli, dei mammiferi, dei pesci e di tutti gli esseri del mondo animale e vegetale che abitano il pianeta.

Alle scuole superiori sono invece dedicate tantissime playlist e collezioni di programmi per tutte le materie più importanti. Letteratura, Storia, Scienze, Scienze Umane, Geografia, Musica e Inglese: contenuti nuovi ogni settimana per offrire agli studenti lezioni accattivanti ma anche spunti di approfondimento, anche per la realizzazione di tesine di esame.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa