Raggiunto accordo su merito, ma FGU e FLCGIL non firmano contratto integrativo

di redazione
ipsef

red – Ieri, 12 luglio 2011, è stato firmato il contratto integrativo riguardante il merito dei docenti. Non tutti i sindacati hanno firmato. I motivi

red – Ieri, 12 luglio 2011, è stato firmato il contratto integrativo riguardante il merito dei docenti. Non tutti i sindacati hanno firmato. I motivi

Secondo quanto dichiarato, la FGU non ha firmato il contratto "perché non condividiamo il tipo di sperimentazione, che consideriamo privo di serietà, avviato in alcune scuole dal ministero dell´Istruzione".

"Inoltre – si aggiunge nel comunciato della FGU – riteniamo inaccettabile il modus operandi di viale Trastevere: la contrattazione con i sindacati deve essere condotta prima e non dopo. Nonostante la contrarietà dimostrata dal mondo della scuola, che ha costretto il Miur a partire con una terza sperimentazione pur di trovare insegnanti disponibili, si è preferito procedere a testa bassa con un progetto carico di forzature. Le organizzazioni sindacali hanno ricevuto soltanto alcune informative e in queste occasioni, così come nell´incontro svoltosi con il ministro Gelmini dieci giorni fa, abbiamo ribadito la nostra posizione contraria".

Manca all’appello anche la FLCGIL. Mimmo Pantaleo, il segretario, ha così espresso il dissenso: "In una fase in cui i contratti per tutti i pubblici dipendenti sono bloccati fino al 2014 e la scuola è vessata da tagli drammatici, una operazione di questa natura è paradossale. Il fallimento dei progetti messi in campo dal Ministro è stato evidente in questi mesi, viste le enormi difficoltà incontrate per trovare scuole e docenti disponibili ad aderire alle sperimentazioni. Il tema della valorizzazione del personale non può essere affrontato con approssimazione, con risorse inadeguate e soprattutto in assenza del rinnovo del contratto nazionale, unica sede per avviare un percorso serio di valorizzazione".

Scarica l’accordo

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione