Ragazzino autistico non va in gita con i compagni: non era stato avvertito. E’ tutto un equivoco, si difende la scuola

Stampa

Un ragazzino autistico di 14 anni non è stato avvertito della gita di classe e quindi è rimasto da solo in aula, nessuno aveva avvisato nemmeno la famiglia.

Un ragazzino autistico di 14 anni non è stato avvertito della gita di classe e quindi è rimasto da solo in aula, nessuno aveva avvisato nemmeno la famiglia.
E' l'incredibile vicenda raccontata sulle pagine locali dei quotidiani 'Il Tirreno' e 'La Nazione'.

Ha spiegato il ragazzino alla stampa: "La mia classe oggi è in gita, io no… Nessuno ha avvisato la mia famiglia quindi sono andato a scuola regolarmente e mi sono trovato solo. Peccato mi sarebbe piaciuto molto passare una giornata all'aria aperta, con i miei compagni, in pullman, mi piace tanto il pullman…Ma qualcuno ha deciso che questa giornata non era adatta per me. Ci sono rimasto molto male. Avrei potuto essere felice oggi…Invece…". 

Anche l'associazione Autismo Livorno Onlus si è schierata al fianco del ragazzino condannando il comportamento dell'istituto.

La scuola però si difende e spiega alla stampa:"E' tutto un grosso equivoco. E' sempre stato fatto tutto  in accordo con la famiglia del bimbo. I rapporti sono sempre stati collaborativi e corretti, tanto che il bambino è arrivato in terza senza problemi. La nostra scuola è un punto di eccellenza per l'accoglienza dei bambini con disabilità".

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur