Le ragazze sono più brave a scuola perché meno creative

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Secondo la pedagogista  Gabriella Seveso le ragazze vanno meglio a scuola rispetto ai loro coetanei perché sono meno creative.

Lo ha affermato nella videointervista di Valeria Palumbo sul Corriere della Sera, dando la colpa anche un po’ alle prof.

GB – Secondo la pedagogista  Gabriella Seveso le ragazze vanno meglio a scuola rispetto ai loro coetanei perché sono meno creative.

Lo ha affermato nella videointervista di Valeria Palumbo sul Corriere della Sera, dando la colpa anche un po’ alle prof.

"Le ragazze si impegnano perchè pensano che i buoni risultati possano favorirle poi nell’inserimento lavorativo. I ragazzi non pensano che sia questa la chiave per trovare un buon posto. C’è però anche un dubbio sul fatto che la scuola odierna tenda a premiare delle doti di diligenza, ‘passività’, scarsa creatività, e di fatto premi quelle caratteristiche che le ragazze dimostrano non per natura, ma perchè sono state abituate così fin da piccole".

Le insegnanti "hanno delle "colpe" perchè fanno fatica ad opporsi a al modello e a proporsi con un aspetto più creativo, meno riproduttivo.Le ragazze vanno meglio a scuola perché sono meno creative".

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare