Quota96 e #idoneiconcorsone 2012: diritto alla pensione e diritto al lavoro

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Su Tweeter i destini del gruppo Quota96 e quello dei docenti che hanno superato le prove del concorso docenti 2012 ma sono in graduatoria oltre il numero dei posti messi a bando, uniscono i loro destini. E Fusacchia, Capo di Gabinetto del Miur, ai docenti del concorso "daremo seguito a impegno preso formalmente".

red – Su Tweeter i destini del gruppo Quota96 e quello dei docenti che hanno superato le prove del concorso docenti 2012 ma sono in graduatoria oltre il numero dei posti messi a bando, uniscono i loro destini. E Fusacchia, Capo di Gabinetto del Miur, ai docenti del concorso "daremo seguito a impegno preso formalmente".

La vicenda dei Quota96, ormai tristemente nota nell’ambiente scolastico, è quella dei docenti "intrappolati" a scuola dal fatto che l’anno scolastico (a scuola i pensionamenti annuali vengono stabiliti dal 1° settembre) non coincide con l’anno solare. Il loro destino non ha ancora trovato una soluzione.

#idoneiconcorsone 2012 sono invece quei docenti che hanno superato le prove del concorso 2012 ma si trovano, in graduatoria di merito, in posizione successiva a quello dei posti messi a concorso nel bando.

Il pensionamento dei docenti di Quota96 non potrebbe che giovare alle nuove assunzioni.

Seguici su Facebook, news in tempo reale

Il Miur, guidato in questi mesi dal Ministro Giannini, mette in campo un progetto ambizioso, 63mila nuove immissioni in ruolo in 3 anni. Come si inseriscono in questo percorso gli idonei del concorso?

A loro spetterebbero le immissioni in ruolo dell’a.s. 2015/16, dopo lo smaltimento delle gaduatorie dei vincitori. Per l’a.s. 2015/16 infatti il Ministero punta a 22.000 immissioni in ruolo . 14.000 derivanti dal turn over + 8.000 di sostegno, terza tranche del decreto Carrozza. Di questi – secondo quanto dichiarato dal Ministro Giannini in risposta ad una interrogazione parlamentare – 7.000 dovrebbero andare agli idonei per scorrimento delle graduatorie del concorso 2012 ( 7.000 vincitori del concorso in ruolo nel 2014? Quanti idonei nel 2015? Cautela sulle parole del Ministro, le diverse situazioni regionali )

Alessando Fusacchia, Capo di Gabinetto del Miur, così risponde alle sollecitazioni dei docenti su Tweeter "Confermo, che daremo seguito presto formalmente a impegno preso scorsa settimana. Un po’ di fiducia? # idoneiconcorsone2012 "

La sollecitazione è quella di una modifica alla CM n. 21 del 21 agosto 2013, quella in cui si diceva ""Il decreto che individua i vincitori del Concorso bandito con DDG 24 settembre 2012 n. 82 potrà essere utilizzato, per le immissioni in ruolo, se approvato in via definitiva entro il 31 agosto 2013 nel limite massimo dei posti messi a concorso. Qualora i vincitori del concorso del DDG 82/2012 siano in numero inferiore rispetto ai posti messi a concorso, la differenza va assegnata alle graduatorie ad esaurimento"

Principio che nell’inverno del 2014 ha portato, in occasione delle immissioni in ruolo aggiuntive su sostegno, in caso di esaurimento dei posti a concorso 2012, all’utilizzo delle graduatorie di merito dei precedenti concorsi ordinari.

Operazione che aveva portaoto il sindacato Anief a proporre un ricorso al TAR per ottenere la validità delle graduatorie di merito ai fini delle assunzioni con il doppio canale fino alla pubblicazione delle graduatorie del nuovo concorso, che il Ministro ha annunciato di voler bandire nella tarda primavera del 2015 (così da far rientrare anche gli abilitati del II ciclo TFA ordinario)

Ma qua sta il punto. " Su questo ricorso – ci ricorda Marcello Pacifico, presidente dell’Anief – l’Avvocatura dello Stato fino ad oggi si è sempre difesa sostenendo che il concorso era solo per vincitori. Anief ha ribattuto che in questo modo si sta operando una violazione della legge vigente, il Testo Unico 297/1994. In ultimo dal Miur con una nota del 6 febbraio rinnegava la validità dell’utilizzo delle nuove graduatorie per le nomine sul sostegno che sono in corso d’opera. Ora il colpo di scena, con il ministro che smentisce il suo predecessore e la stessa Avvocatura di Stato. E dà ragione all’Anief ."

Non ci resta che attendere il "seguito" dell’impegno preso dal Ministro.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur