Quota 96. Slitta a data da destinarsi la discussione dell’emendamento alla riforma della PA

Stampa

GB – L’emendamento, presentato alla legge di riforma della PA e legato alla soluzione della questione della Quota 96, è stato dichiarato ammissibile dalla Commissione, ma  la discussione fissata per il 22 luglio è slittata.

GB – L’emendamento, presentato alla legge di riforma della PA e legato alla soluzione della questione della Quota 96, è stato dichiarato ammissibile dalla Commissione, ma  la discussione fissata per il 22 luglio è slittata.

 Infatti il calendario prevede da lunedì prossimo l’esame del ddl sulle riforme costituzionali relative al nuovo senato e riforma del Titolo V della Costituzione fino a giovedì.

Giovedì si discuterà del decreto competitività, successivamente  il decreto Cultura e turismo. Non c’è una nuova data per la discussione del ddl di riforma della PA.

Se non si riuscisse in tempo, c’è pronto comunque il piano B, anticipato dalla Giannini: o un decreto scuola in cui inserire il problema Quota, o un decreto da preparare apposta per permettere il pensionamento dal 1 settembre.

Intanto  Manuela Ghizzoni del PD ha commentato negativamente la decisione di posticipare il pagamento del TFS ai pensionandi di Quota, decisa dalla Ragioneria di Stato, che finora ha sempre ostacolato qualunque proposta di pensionamento per mancanza di copertura economica.

"Non si tratta di poca cosa,- ha affermato la Ghizzoni – dato che molti lavoratori attendono il TFS dopo oltre 40 anni di servizio, per progetti di vita propri o dei figli".

 

 

Stampa

Personale all’estero: certificazione Inglese B2 e corso on-line Intercultura con CFIScuola!