Quota 96, oggi in piazza. Ghizzoni “convitato di pietra”

Di
Stampa

Doccia fredda per i Quota 96 del 2012 dopo le affermazioni della Giannini che avrebbe detto di non essere oggetto di discussione oggi al Consiglio dei Ministri.

Doccia fredda per i Quota 96 del 2012 dopo le affermazioni della Giannini che avrebbe detto di non essere oggetto di discussione oggi al Consiglio dei Ministri.

Insieme a tutto il resto della scuola, dopo la notizia del rinvio dell’emanazione delle linee guida.

Per i Quota 96 la storia è a sé. Infatti, il Ministro avrebbe affermato, durante un colloquio informare al Meeting di CL a Rimini, che per l’inizio dell’anno scolastico si conta su di loro. Doccia fredda, vedremo se le indiscrezioni saranno confermate.

Seguici anche su Facebook

Oggi i Quota 96 scenderanno in piazza, in occasione del Consiglio dei Ministri che, però, non affronterà le tematiche scolastiche promesse.

Resta l’amarezza, al fianco la solidarietà espressa ieri dai vari sindacati, GILA, UIL, CISL, COBAS, nonché dai precari che attendono 4mila nuovi posti.

Ieri ha parlato anche Manuela Ghizzoni, in prima linea tra i politici che hanno supportato i Quota 96 della scuola.

“E’ giunto il tempo – anche se, scusate il gioco di parole, a tempo scaduto – che il Governo si assuma la responsabilità di una parola definitiva su questa vicenda”, ha detto.

E sottolinea come tra i grandi annunci fatti in questi giorni sulla scuola, manchi proprio quello relativo ai Quota 96. Grande assente, "un convitato di pietra che accompagna, dal 2012, l’avvio di ogni anno scolastico".

Tutto sui Quota 96

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur