Quota 96, felice di invecchiare a scuola. Svecchiamo affiancando docenti “giovani e anziani”

Di
WhatsApp
Telegram

redazione – In controtendenza la lettera pubblicata oggi sul quotidiano "La Stampa" di un Quota 96 della scuola che di andare in pensione non ne vuol proprio sapere.

redazione – In controtendenza la lettera pubblicata oggi sul quotidiano "La Stampa" di un Quota 96 della scuola che di andare in pensione non ne vuol proprio sapere.

"Il lavoro che faccio – scrive l’autore della lettera – mi appassiona e vorrei poterlo fare ancora per qualche anno."

Anzi, "invecchiare a scuola rende questo lavoro ancor più interessante e attraente di quando ero giovane"

Il motivo? Perché insegnare è "il lavoro più bello del mondo".

E l’esigenza di svecchiare la scuola? L’autore della lettera ha coscienza della necessità e suggerisce di affiancare i giovani insegnati agli anziani "per il bene degli studenti".

La lettera originale

Vedi anche

Quota 96 2012. Unica soluzione per la pensione è copertura finanziaria per 9mila docenti

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito