Quota 96, emendamento bocciato. Le prime reazioni politiche e sindacali

Di
Stampa

La bocciatura dell’emendamento per le pensioni dei Quota 96, è notizia largamente anticipata dalla nostra redazione, prima della stampa generalista. Adesso raccogliamo le prime reazioni.

La bocciatura dell’emendamento per le pensioni dei Quota 96, è notizia largamente anticipata dalla nostra redazione, prima della stampa generalista. Adesso raccogliamo le prime reazioni.

SNALS 

"Gravissimo il fatto che il Governo, con un proprio emendamento, modifichi quanto approvato poch giorni fa dalla Camera, tra l’altro con un voto di fiducia", a dirlo Maro Paolo Nigi, segretario SNALS e fa notare una linea di continuità che penalizza costantemente la scuola

Spicola (PD)

"Sono amareggiata per la questione Quota", dice Mila Spicola. "Le ragioni di quei docenti non sono le ragioni del privilegio", continua "ma quelle di un diritto."

UIL

"Sempre attiva una lobby contro la scuola", pungente il commento di Di Menna, segretario della UIL. "Siamo arrabbiati neri", ha aggiunto

ANIEF

Interviene anche Marcello Pacifico, dell’ANIEF, che promette battaglia nei tribunali per la questione Quota 96.

Ex Sottosegretario Mariangela Bastico

"Segnale di incoerenza e ingiustificata insensibilità nel riconoscimento di un diritto, leso da un errore commesso nlla legge Fornero." Il giudizio della Bastico che nella passata legislatura, aveva seguito con grande attenzione ll caso dei Quota 96. 

CISL

Scrima: "siamo su scherzi a parte". Ironico ed amaro il commento del Segretario della CISL scuola. "Un pasticcio – continua – una situazione a dir poco irriguardosa".

FLCGIL

Per Mimmo Pantaleo è "un’ulteriore ingiustizia nei confronti del mondo della scuola", anche perché, fa notare il sindacalista, la copertura finanziaria è irrisoria. E denuncia la logica del taglio che ha caratterizzato la politica scolastica di questi ultimi anni.

Bocchino di ILIC

"Il governo contraddice se stesso. Fa un po’ come Penelope. Di notte, disfa la tela tessuta di giorno".  Chiaramente il riferimento è alla iniziale promessa di approvazione dell’emendamento e alla successiva cancellazione a causa della mancata copertura finanziaria.

"Meno male che il premier Renzi aveva garantito il suo massimo impegno per il mondo della scuola", è l’amaro commento per la triste vicenda dei Quota 96.

Di Meglio, Gilda

Tra i primi sindacati a diramare un comunicato. Il commento è duro, "beffa di Stato", afferma Rino Di Meglio, Coordinatore della Gilda degli Insegnanti.

E suggerisce di razionalizzare il sistema informatico del Ministero per recuperare i 45 mln mancanti.

SEL

Toni duri anche dal partito di opposizione, "il Governo continua  a raccontare bugie, perché per la maggior parte delle misure economiche annunciate mancano le coperture necessarie. Eppure
erano evidenti a tutti i benefici di questo emendamento approvato all’unanimità alla Camera."

Centemero, Forza Italia

"Nonostante l’ostentata noncuranza dell’esecutivo rispetto ai rilievi mossi dal Commissario Cottarelli sulle coperture – afferma la responsabile scuola di Forza Italia  -, alla fine il governo gli da ragione e rinuncia a far valere una decisione politica su questioni contabili".

E anche la Centemero commenta sulla centralità che il Governo ha promesso di dare alla scuola, ricordando che in questo modo salta quel ricambio generalzionale che tanto è attesa dal mondo della scuola. 

Vedi anche

Quota 96. Appena votato l’emendamento che boccia il pensionamento ad Agosto

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur