Quota ’96 e precari scuola: diritto alla pensione/diritto all’assunzione

Stampa

inviato in redazione – Il giorno 29 agosto, in concomitanza con il Consiglio dei Ministri dove sono annunciate decisioni importanti sul futuro del nostro sistema scolastico, si svolgerà una manifestazione dei lavoratori della scuola ormai universalmente noti come Quota 96, da più di due anni ‘detenuti al lavoro’ a causa di un ‘errore tecnico’ della riforma previdenziale ‘Fornero’, determinato dal disconoscimento dell’anno scolastico, l’anno legale che regola le cadenze lavorative e le cessazioni dal servizio del Comparto Scuola.

inviato in redazione – Il giorno 29 agosto, in concomitanza con il Consiglio dei Ministri dove sono annunciate decisioni importanti sul futuro del nostro sistema scolastico, si svolgerà una manifestazione dei lavoratori della scuola ormai universalmente noti come Quota 96, da più di due anni ‘detenuti al lavoro’ a causa di un ‘errore tecnico’ della riforma previdenziale ‘Fornero’, determinato dal disconoscimento dell’anno scolastico, l’anno legale che regola le cadenze lavorative e le cessazioni dal servizio del Comparto Scuola.

In virtù di questo errore, ai quattromila lavoratori della scuola che maturavano i loro requisiti pensionistici nell’anno scolastico 2011/2012 sono state applicate, invece che le norme vigenti all’inizio dell’anno scolastico cui sono per legge vincolati, quelle, assai più severe, intervenute quattro mesi dopo, con un effetto illecitamente retroattivo, in quanto non previsto nella legge di riforma.

La manifestazione si svolgerà in Piazza S.S. Apostoli e avrà, tra gli oratori, l’ex magistrato Dott. Ferdinando Imposimato e il Dott.Vittorio Lodolo D’Oria, medico psichiatra, specializzato nelle malattie professionali dei docenti. Assieme ai lavoratori che rivendicano il diritto immediato alla pensione (già riconosciuto da un voto unanime della Camera dei Deputati) ci saranno coloro che invece premono per entrare stabilmente nella professione e contribuire a quel ricambio generazionale solo propagandato ma mai attuato dagli ultimi governi.

Saranno presenti i vincitori senza cattedra e gli idonei del concorso 2012.

Una delegazione di manifestanti porterà la voce della protesta in piazza Montecitorio.

La manifestazione è promossa dai Lavoratori della scuola autorganizzati di Quota 96 e dai Precari uniti contro i tagli, #idoneiconcorsone2012

Hanno dato la loro adesione: Cobas Scuola, FLC CGIL, USI-AIT

Il Comitato organizzatore

Quota 96, domani Gilda degli insegnanti manifesterà contro la "Beffa di Stato"

Stampa