Quota 96 del 2012. Se non c’è accordo su copertura pensioni, salterà l’emendamento

Di
Stampa

redazione – La notizia sui Quota 96 ci è giunta in diretta ieri sera dal Parlamento, dove c’è burrasca tra V Commissione e Ragioneria dello Stato sui rilievi di quest’ultima alla copertura finanziaria per le pensioni. I particolari in assoluta anteprima.
RdS boccia finanziamento alternativo da fondo solidarietà.

redazione – La notizia sui Quota 96 ci è giunta in diretta ieri sera dal Parlamento, dove c’è burrasca tra V Commissione e Ragioneria dello Stato sui rilievi di quest’ultima alla copertura finanziaria per le pensioni. I particolari in assoluta anteprima.
RdS boccia finanziamento alternativo da fondo solidarietà.

Siamo stati i primi a metterli online qualche giorno fa. La RdS ha criticato i fondi dai quali l’emendamento vorrebbe reperire la copertura finanziaria per il pensionamento dei Quota 96.

I rilievi della Ragioneria dello stato

Secondo i calcoli effettuati mancherebbero all’appello 45mln di euro, non sono certo pochi.

Un grosso problema che ha fatto sbottare anche Brunetta, che ha affermato di avere messo la questione già sul piatto della V Commissione, chiedendo finanziamenti certi.

Altra questione rilevata dalla RdS, che non è certo di poco conto, riguarda la garanzia del rispetto del tetto dei 4mila pensionamenti: nell’emendamento non ci sarebbero i termini per la garanzia.

Secondo le indiscrezioni in nostro possesso, ieri sera, ci sono stati attriti tra V Commissione e Ragioneria dello Stato, dato che si era proposto come copertura finanziaria il fondo di solidarietà, ma la RdS ha avrebbe detto di no.

Un bel problema.

Cosa potrebbe accadere?

La vicenda dei Quota 96 si lega all’iter stesso del Decreto Madia. Infatti, pare ci sia accordo nella maggioranza nel non presentare emendamenti (il termine scade alle 15), anche se M5S ne presenterà circa 200, pare non farà ostruzionismo.

L’obiettivo è chiudere in fretta il provvedimento e domani inizierà il voto agli emendamenti.

Il Governo, per velocizzare l’iter, intende cambiare solo le coperture dei tre emendamenti criticati dalla RdS:

  • pensionamento d’ufficio a 68 anni per i docenti universitari;
  • quota 96
  • pensioni reversibilità per gli invalidi del terrorismo.

Quindi, le possibilità sono tre:

  • il Governo presenta emendamenti con coperture alternative da far votare in Commissione (ma con la Ragioneria dello Stato che esprime parere favorevole)
  • vengono recepite le condizioni che darà la commissione Bilancio al Senato (che dovrebbe dare parere martedì, sempre con l’avallo della RdS)
  • o gli emendamenti saranno stralciati.

Intanto la RdS boccia una prima proposta di utilizzare il fondo di solidarietà per finanziare le pensioni dei Quota 96.

Vi terremo aggiornati.

Seguici su FaceBook. Lo fanno già in 121mila

RdS boccia finanziamento alternativo da fondo solidarietà.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur