“Quota 96”. Commissione bilancio rinvia a data da destinarsi. Saccomanni assicura celerità. Si spera nel decreto D’Alia?

di
ipsef

red – Manca la relazione tecnica doveva essere pronta per giorno 1 agosto, ma non ve ne è ancora traccia. Timori per il prolungarsi delle operazioni.

red – Manca la relazione tecnica doveva essere pronta per giorno 1 agosto, ma non ve ne è ancora traccia. Timori per il prolungarsi delle operazioni.

Il relatore e presidente della Commissione, Barbara Saltamartini, ha ricordato che in data 26 luglio 2013, la Commissione ha avviato l’esame, in sede consultiva, del testo unificato del provvedimento e ha deliberato di richiedere al Governo, ai sensi dell’articolo 17, comma 5, della legge n. 196 del 2009, la predisposizione della relazione tecnica entro giovedì 1o agosto 2013

La relazione tecnica non è ancora pronta, ma rileva che il Ministro Saccomanni, con lettera del 31 luglio 2013, ha rappresentato che gli Uffici del suo Dicastero hanno provveduto a contattare le competenti strutture del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, cui spetta la predisposizione della relazione tecnica, ed ha assicurato la massima celerità.

Dunque, per procedere nei lavori della Commissione, che hai il compito di inviare all’XI commissione un parere, bisognerà attendere la relazione, pertanto la seduta è stata aggiornata a data da destinarsi.

Timori per la tempistica?

I motivi ci sono tutti, al momento che si è già perso del tempo per l’individuazione dell’esatto numero degli interessati al provvedimento con un ping pong di numeri tra MIUR e INPS. Adesso ritarda la relazione tecnica. Ed il provvedimento, oltre a terminare il percorso alla Camera, dovrà affrontare quello al Senato. Percorso che, comunque, dovrebbe essere agevolato dai lunghi lavori nelle Commissioni di Palazzo Madama.

Nel frattempo c’è chi, come l’On Puglisi, auspica che nel decreto D’Alia si trovi spazio per l’inserimento di una norma risolutiva per la questione "Quota 96". Sempre che si riesca a trovare la quadra per le questioni in sospeso.

Decreto D’Alia, troppe polemiche. Rischia di essere rimandato a settembre. Tra le misure anche quella sul concorso Dirigente

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare