Quota 100, Inps chiarisce: docenti e ATA in pensione dal 1° settembre

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’Inps, con un apposito comunicato stampa, ha voluto tranquillizzare il personale scolastico che ha presentato domanda per andare in pensione con quota 100, secondo il decreto legge n. 4/2019. 

Pensione quota 100: in pensione dal 1° settembre

L’Inps afferma che il personale scolastico andrà in pensione dal 1° settembre e che le voci che parlano di uno slittamento sono infondate:

In particolare, è destituita di ogni fondamento la notizia secondo cui si rischierebbe uno slittamento dei tempi che potrebbe far «saltare» la finestra d’uscita del 1° settembre 2019 a disposizione del personale scolastico per cui, pur avendo i requisiti quest’anno, di fatto ci si potrebbe pensionare solo nel settembre del 2020: chi ha conseguito il diritto alla pensione anticipata nei termini di legge sarà collocato in pensione dal 1° settembre prossimo.

Pensione quota 100: corretta liquidazione della pensione

L’Inps ha voluto inoltre precisare il perché della necessità della sistemazione delle posizioni assicurative:

Si coglie l’occasione per precisare che, a seguito della fusione di Inpdap in Inps, l’intero patrimonio informativo dell’Inpdap è stato trasferito negli archivi Inps ed è gestito attualmente dall’Inps. Le carenze informative sulle posizioni assicurative dei dipendenti pubblici sono legate alla peculiare carriera lavorativa che caratterizza questa categoria di lavoratori ed ai meccanismi di gestione delle loro posizioni assicurative, ma non hanno impedito e non impediscono la corretta liquidazione della pensione.

Le difficoltà, dunque, nascono dai meccanismi di gestione delle medesime posizioni assicurative .

Nonostante le difficoltà, tuttavia, gli interessati avranno liquidato l’assegno pensionistico correttamente.

Il comunicato completo

Data entro cui i posti saranno liberi

Il chiarimento dell’INPS si è reso necessario per le informazioni errate circolate sul web negli ultimi giorni.

Tuttavia va precisato che l’INPS assicura che docenti, ATA e Dirigenti interessati potranno andare in pensione dal 1° settembre 2019.

Ciò che non dice sono invece i tempi dell’operazione: se l’accertamento del diritto alla pensione verrà fatto dopo la chiusura delle acquisizioni dei posti al SIDI, i posti non potranno infatti essere disponibili per la mobilità dei docenti di ruolo.

Su questo argomento si attendono info più dettagliate da parte del Ministero.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione