Quota 100, è scontro nel governo. Salvini: “Ritorno alla legge Fornero è incompatibile con la realtà”

WhatsApp
Telegram

Le parole del premier Mario Draghi da Bruxelles in merito a Quota 100 (“Non sarà rinnovata, in Legge di Bilancio ci saranno novità”), non lasciano indifferente il leader della Lega, Matteo Salvini. 

“Il ritorno alle legge Fornero è incompatibile con la realtà. Io e il presidente Draghi stiamo lavorando per tutelare il diritto al lavoro e alla pensione, l’importante è non tornare alla legge Fornero. Chiamarla Quota 100 o quota y non importa, quello che conta è che dal 1 gennaio tu non porti via 6-7 anni di vita ai lavoratori”.

E ancora: “Io non sono affezionato ai nomi, mi interessa che nei contenuti dal 1 gennaio i lavoratori vedano tutelati i loro diritti”, ha aggiunto.

Sulla questione Quota 100 è intervenuto anche il ministro del Lavoro, Andrea Orlando: “Mi pare che il presidente del Consiglio abbia già risposto, quota 100 si tocca e io credo che sia anche un bene che si tocchi perché penso che i numeri ci dicano che al suo interno aveva delle distorsioni che andavano affrontate”.

Le “distorsioni” citate da Orlando sono “il trattamento uguale a situazioni diverse, sono andate in pensioni prevalentemente i dipendenti di grandi imprese e pubblico impiego, e il fatto che il 70% degli utilizzatori sono stati uomini. Queste due cose vanno corrette, accettando una graduale uscita che quota 100 ha rappresentato”.

Quota 100, Draghi conferma: “Non sarà rinnovata, in Legge di Bilancio ci saranno novità” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito