Quest’anno meno supplenze, 83mila in tutta Italia. I numeri forniti dal Ministero per tipologia di contratto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ieri il Ministro Fedeli, durante la sua audizione in VII Commissione cultura, ha fatto un resoconto dei contratto a tempo determinato.

Ecco quanto riferito dalla Fedeli

“La grande quantità di risorse finanziarie assegnate alla Scuola dalla legge 107/2015 in poi ha infatti consentito di porre le condizioni per ridurre strutturalmente il numero di docenti a tempo determinato di cui il sistema ha bisogno. In particolare, quest’anno il Ministro Padoan ed io abbiamo spostato ben 15.100 posti dall’organico di fatto a quello di diritto. Si tratta di posti che prima potevano per legge essere occupati unicamente con contratti a tempo determinato e che oggi possono essere assegnati a docenti di ruolo.

Grazie a ciò, per l’anno scolastico appena iniziato è stato necessario ricorrere a contratti a tempo determinato in misura inferiore rispetto al passato. Infatti sono stati sottoscritti circa 83.000 contratti rispetto ai 102.000 dell’anno scorso, dei quali 22.087 su posti di organico di diritto, 18.762 su posti di organico di fatto, 1.600 per sostituire il personale in distacco e comando e circa 40.000 per le deroghe sul sostegno (vedi tabella allegata). A partire dall’anno 2018-2019 anche i 22.087 posti che quest’anno sono stati occupati con contratti a tempo determinato per l’esaurimento di ogni graduatoria saranno utilizzati per nuove immissioni in ruolo, grazie alla prossima indizione dei nuovi concorsi, tra cui quello riservato al personale abilitato, previsti dal decreto legislativo n. 59 del 2017 sul reclutamento.”

Ecco la tabella con i dati forniti dal Ministero

Versione stampabile
anief
soloformazione