Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Quattordicesima pensioni, come funziona, chi la percepisce e le cifre

Stampa

Ai pensionati spetta anche la quattordicesima mensilità, ma solo a determinate condizioni di carriera lavorativa e redditi.

Ogni luglio molti pensionati italiani percepiscono la quattordicesima mensilità. Si tratta di un benefit introdotto dall’articolo 5, del  decreto legge n° 81 del 2007 e poi modificato con la legge di Bilancio 2017 che ha esteso il diritto a questa somma aggiuntiva a pensionati con assegni fino a 2 volte il trattamento minimo Inps. Infatti inizialmente la misura si rivolgeva a pensionati con assegni fino a 1,5 volte il trattamento minimo, mentre con le modifiche di quella manovra finanziaria, la misura venne estesa anche a pensionati con assegni più elevati.

Abbiamo detto che la quattordicesima si percepisce a luglio, ma molti pensionati che non la percepiscono con quel rateo di pensione, la incassano a dicembre, insieme alla tredicesima.

Quattordicesima pensioni, a chi si rivolge

La quattordicesima è pagata in automatico dall’Inps, perché non si deve presentare alcuna domanda. L’Inps infatti eroga la mensilità aggiuntiva, sulla base dei redditi dei pensionati relativi agli anni precedenti. Redditi che l’Istituto estrapola dalle dichiarazioni reddituali a cui molti pensionati sono tenuti (modello Red) o incrociando i dati con l’Agenzia delle Entrate ed estrapolando i dati reddituali dalle dichiarazioni dei redditi dei modelli CU, 730 o Redditi Persone Fisiche.

La quattordicesima interessa molti pensionati che però devono detenere una serie di specifici e prescritti requisiti. In primo luogo va sottolineato che la quattordicesima mensilità si rivolge a pensionati titolari di:

  • Pensione di vecchiaia;
  • Pensione di anzianità;
  • Pensione anticipata;
  • Pensione di invalidità o di inabilità;
  • Pensione ai superstiti;

Per quanto detto, la quattordicesima non spetta a pensionati che percepiscono misure di carattere assistenziali, e cioè le tipiche pensioni di invalidità civile, gli assegni sociali, le rendite Inail e i trattamenti non erogati dall’Istituto Previdenziale.

Quattordicesima pensioni, i requisiti

Hanno diritto alla quattordicesima i pensionati che hanno almeno 64 anni di età. Per avere diritto alla quattordicesima inoltre, occorre rispettare il requisito reddituale, e in questo senso si fa riferimento al reddito personale del pensionato. Inoltre molto importante è il requisito dell’anzianità contributiva, perché la quattordicesima è calcolata in fasce ed in base al numero di anni di contribuzione accreditata. Quest’ultimo requisito non è importante per il diritto alla quattordicesima, ma per il calcolo dell’importo.

Quattordicesima pensioni, gli importi

Per determinare l’importo spettante, in base a quanto stabilito dalla legge di Bilancio 2017, sono considerate due fasce reddituali stabilite in base al trattamento minimo Inps che per l’anno 2020 (il trattamento minimo viene adeguato ogni anno all’aumento degli indici Istat) è pari a 515,07.

La prima fascia reddituale, è fino ad euro  10.003,70 euro, mentre la seconda è fino a 13.338,26. Sempre al fine di determinare gli importi di quattordicesima spettanti, per l’anzianità contributiva le fasce sono 3 e per ogni fascia l’importo della quattordicesima cambia.

Le due fasce reddituali e le tre fasce di anzianità contributiva si incastrano per determinare gli importi di quattordicesima spettanti.

Per chi ha redditi fino 10.003,70 euro:

  • Contributi entro i 15 anni (18 per i lavoratori autonomi): 655 euro
  • Contributi sopra 15 e fino a 25 anni (18 e 28 per gli autonomi): 546 euro
  • Sopra 25 (sopra 28 anni): 437 euro

Per chi ha redditi fino a 13.338,26 euro:

  • Fino a 15 anni di contributi (18 anni per gli autonomi): 504euro
  • Sopra 15 e fino a 25 (28 anni per gli autonomi): 420 euro
  • Sopra 25 (28 anni per gli autonomi): 336 euro

Quattordicesima a dicembre, perché?

La mensilità aggiuntiva della quattordicesima per molti che non la hanno percepita a luglio, nonostante il possesso dei requisiti, potrebbe derivare dalla data di nascita, o meglio, dalla data in cui si sono compiuti i 64 anni prescritti. La quattordicesima liquidata a luglio infatti, non può prescindere dall’età prevista dei 64 anni. Nel caso in cui  un pensionato compie gli anni a partire dal primo agosto, la quattordicesima viene erogata a dicembre. E naturalmente è una erogazione in quota, cioè solo per i mesi successivi a quelli in cui si sono compiuti gli anni.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia