Quasi uno studente su due non è contento della scelta della scuola superiore. I risultati di AlmaDiploma

WhatsApp
Telegram

I risultati di una recente indagine condotta da AlmaDiploma sul Profilo dei Diplomati e sugli Esiti a Distanza, segnala il Corriere della Sera in un approfondimento, hanno mostrato che se i diplomati potessero tornare indietro e rivedere la loro scelta di iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado, il 55,2% di loro confermerebbe la propria scelta.

Nel 2022, la quota di diplomati che cambierebbe indirizzo sarebbe del 44,8%. La valutazione sul proprio percorso scolastico rimane sostanzialmente confermata, anche se con un lieve calo nella percentuale di diplomati pienamente soddisfatti.

Le principali motivazioni espresse dai diplomati per cambiare parzialmente il loro percorso scolastico sono: studiare materie diverse (31,6%), compiere studi più adatti alla preparazione universitaria (20,3%) e fare studi che preparino meglio al mondo del lavoro (18,8%).

L’indagine ha anche mostrato che il 92% dei diplomati del 2022 ha svolto attività di orientamento organizzate dalla scuola secondaria di primo grado verso la scuola secondaria di secondo grado, senza particolari differenze per tipo di diploma. Tuttavia, solo il 48,8% di loro ha valutato queste attività come rilevanti, con differenze per tipo di diploma.

L’influenza dei genitori nella scelta scolastica e post-diploma è stata rilevante per il 63,8% e il 57,2% dei diplomati rispettivamente, con un’importanza maggiore attribuita ai pareri dei genitori laureati. In sintesi, l’orientamento diventa cruciale quando i diplomati non hanno altre fonti affidabili a cui rivolgersi.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Segui un metodo vincente. Non perderti la lezione in sincrono a cura della Dott.ssa Evelina Chiocca sul Pei