Quasi 2mila posti di Dsga da assegnare, il Ministero lavora al nuovo concorso: Anief chiede di cambiare le prove e assumere gli amministrativi facenti funzione

Stampa

Anche quest’anno il numero totale dei posti vacanti di DSGA è altissimo avendo raggiunto quota 1.826. Significa che una ogni quattro-cinque scuole non ha il suo Direttore dei servizi generali e amministrativi.

Dopo le assunzioni dell’ultimo anno, la quantità di posti è tornata a crescere per effetto della legge di Bilancio 2021 che ha previsto, per l’anno scolastico in corso, 2021/2022, una modifica dei parametri sul dimensionamento delle scuole, per cui il numero di questi risulta più esteso.

La comunicazione è arrivata dal Ministero dell’Istruzione un paio di giorni fa, durante l’illustrazione della bozza del Decreto interministeriale sull’avvio alle nuove procedure concorsuali ordinarie per l’accesso al profilo di DSGA, al tavolo dell’informativa sindacale: il direttore generale per il personale, Filippo Serra, ha detto che a breve verrà pubblicato il bando per le nuove procedure concorsuali ordinarie, regionali, per l’accesso al profilo.

 

Anief ha chiesto di rivedere tale decreto sulla validità delle graduatorie non triennale, ma biennale e sulle prove concorsuali: a tal proposito, lo schema prevedeva una sola prova scritta con test a risposta multipla Le prove concorsuali sono secondo il sindacato troppo nozionistiche e lontane dalla realtà e dalle funzioni che riveste il profilo del DSGA. Il Ministero si è preso l’impegno di rivedere le prove concorsuali. Tuttavia, sempre il Ministero non ha saputo quantificare una proiezione sul contingente da assumere su base triennale considerati prossimi pensionamenti. Anief ha sottolineato anche l’importanza della scelta delle Commissioni che non possono essere affidate a commissari o dirigenti appartenenti ad altri Ministeri ma devono appartenere alla categoria o quanto meno allo stesso Ministero dell’Istruzione.

 

Per quanto riguarda la quota di riserva dei posti per il concorso straordinario, Anief ha chiesto con forza l’attivazione al più presto di una procedura a parte anche e per gli Assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA, sprovvisti di titolo di studio specifico, con più di 3 anni di esperienza. “I colleghi che da anni si spendono per il funzionamento delle scuole italiane hanno diritto al riconoscimento dell’impegno profuso”, ha ribadito il presidente nazionale Marcello Pacifico. Nei prossimi giorni, il sindacato sarà convocato per la bozza definitiva e poi per il concorso riservato per i facenti funzione Dsga e per la progressione di carriera.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!