Quasi 2 milioni di adolescenti a rischio dipendenze cibo, videogiochi, social: studio Presidenza Consiglio-ISS

WhatsApp
Telegram

Più di un milione e 150mila adolescenti in Italia è a rischio di dipendenza da cibo, quasi 500mila potrebbero sviluppare una dipendenza da videogiochi mentre e quasi 100mila ragazzi presentano caratteristiche compatibili con la presenza di una dipendenza da social media. E ancora: risulta essere diffuso pure il fenomeno dell’isolamento sociale, che riguarda l’1,8% degli studenti delle scuole medie e l’1,6% delle superiori.

Sono i dati emersi da uno studio Dipendenze comportamentali nella Generazione Z, frutto di un accordo tra il Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità, presentato oggi con un convegno nella sede dell’Istituto. A riportare i dati è l’agenzia Dire.

Lo studio ha coinvolto quasi 9.000 studenti tra gli 11 e i 17 anni: circa 3.600 delle scuole medie e circa 5.000 delle superiori.

Per approfondire il rapporto tra genitori e figli sono stati invitati a partecipare anche i genitori. Il 75,9% degli studenti tra 11 e 13 anni con un rischio di social media addiction hanno dichiarato di avere difficoltà comunicativa con i genitori, percentuale che scende al 40,5% in chi non presenta il rischio. Il 58,6% tra chi presenta rischio di Internet Gaming disorder nel e il 68,5% tra gli studenti che presentano rischio di food addiction.

Attenzione è stata data anche sulle caratteristiche dei ragazzi con un profilo di rischio, come ad esempio tratti di personalità,  dimensione relazionale, contesto famigliare, scolastico e sociale, qualità del sonno, e comportamenti legati all’utilizzo di internet, come le sfide social, doxing, sexting e morphing.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti: pubblicati i bandi dei 30 e 60 cfu, scadenza 5 giugno, affidati ad EUROSOFIA E.C.P. Pegaso