Quarantene studenti, crollo fino al 90% in Lombardia

WhatsApp
Telegram

In Lombardia il trend delle misure restrittive è in netta riduzione in tutti i cicli scolastici, con picchi superiori al 90% nei nidi e nelle scuole primarie.

E’ quanto evidenzia il nuovo report di monitoraggio diffuso dall’Assessorato al Welfare. Tra il 7 e il 13 febbraio gli alunni lombardi in quarantena in quanto contatti di caso Covid scendono a 9.341 (erano 43.000 la settimana prima), per un totale di 854 classi, mentre sono 38 gli operatori scolastici isolati. In calo anche l’andamento dei contagi in tutta la popolazione scolastica (0-18 anni), che rispetto alla settimana precedente passano da 24.398 a 14.246 (-41,6%).

In Emilia-Romagna si è passati dai 43.535 studenti in quarantena tra il 31 gennaio e il 6 febbraio ai 9.467 della settimana 7-13 febbraio.

Un dato ormai lontanissimo dal “picco” di sole due settimane fa: tra il 24 e il 30 gennaio erano ben 61.537 gli studenti costretti alle lezioni da casa a causa di focolai nelle loro classi. Il crollo riguarda anche il personale scolastico. Nell’ultima settimana sono solo 37 i docenti e dipendenti degli istituti costretti a casa dalle norme sulla pandemia. Solo sette giorni prima erano 588.

È il report della Regione a fornire l’aggiornamento sulla situazione pandemica nelle scuole di ogni ordine e grado.

Le classi ‘quarantenate’ sono 701 nell’ultima settimana (sempre 7-13 febbraio), erano 2.246 tra il 31 gennaio e il 6 febbraio e 3.367 la settimana precedente, dato più alto registrato nel corso dell’anno scolastico.

Per ordine di scuola (e servizi educativi), in regione le classi in quarantena nell’ultima settimana sono rispettivamente 50 nei nidi, 144 nelle materne, 189 nella scuola primaria, 144 alle medie e 174 alle superiori.

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove