Quarantene scuola, Gissi (Cisl): gestione assurda, gli ordini ai dirigenti scolastici arrivano dalle Autorità sanitarie

WhatsApp
Telegram

“È veramente assurdo quello che sta succedendo nella gestione delle quarantene nelle scuole. Siamo passati da indicazioni frammentarie, incoerenti, contraddittorie a ordini di servizio pubblicati sui siti istituzionali dalle Autorità sanitarie non nei confronti dei propri dipendenti ma indirizzati ai dirigenti scolastici”.

A dirlo all’Adnkronos Maddalena Gissi, segretario generale Cisl scuola spiegando che “in questa situazione caotica c’è
anche chi incentiva economicamente i medici ad adottare una scuola (previo compenso di 90 euro all’ora) per garantire una gestione dei tracciamenti e della certificazione più celere; il tutto senza considerare che il lavoro più delicato e non solo amministrativo, rimane a carico delle scuole”.

“Lo sconcerto è diffuso; un dirigente scolastico dipende dal ministero dell’istruzione e non prende indicazioni da un altro datore di lavoro – afferma Gissi – Le famiglie sono sempre più angosciate dalle tante interruzioni e si ribellano contro le sospensioni comunicate dai ds; un conflitto devastante, i telefoni delle scuole sono attivi h/24 e senza limiti per evitare ulteriori conseguenze”.

“Solo l’elevato senso di responsabilità del personale della scuola e l’interesse per un’attività didattica in presenza stanno garantendo la pur parziale normalità. Servono regole certe e indicazioni di settore – rimarca la sindacalista – . Ogni istituzione deve parlare con i propri dipendenti e magari ogni ministero deve incentivare il lavoro, riconoscendo l’efficacia delle azioni a chi se ne occupa quotidianamente”.

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff