Quanto vale un italiano? Meno di un francese, un americano e uno spagnolo. Un laureato vale più di chi ha licenza media

di redazione
ipsef

Non stiamo scherzando, i dati sono forniti dall’Istat e sono basati sul progetto Human Capital dell’Ocse che ha quale scopo di quantificare, appunto, il capitale umano.

Non stiamo scherzando, i dati sono forniti dall’Istat e sono basati sul progetto Human Capital dell’Ocse che ha quale scopo di quantificare, appunto, il capitale umano.

Qualcuno ha definito aberrante calcolare il valore in moneta di una persona, ma così è e forse dobbiamo farci l’abitudine.

Secondo l’Istat, un italiano vale 342.000 euro. Il calcolo è basato sulla capacità di ognuno di noi di generare reddito. Si tratta del tentativo di calcolare il valore monetario attribuibile allo stock del capitale umano. Gli italiani si trovano all’ultimo posto tra Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Francia e Spagna; stati che hanno aderito al progetto

Altro dato, quello che ci riguarda da vicino è legato alla scuola. Infatti, c’è differenza tra un laureato che tocca i 636 mln e chi ha conseguito la licenza elementare o media, che al massimo può raggiungere i 216mln di valore.

Insomma, investire sulla scuola conviene.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione