Quanto investe davvero il Governo nel DDL scuola? Un’analisi della FLCCGIL

WhatsApp
Telegram

La FLCCGIL ha eleborato uno studio su quanto il governo Renzi investirà sulla scuola, al di là delle dichiarazioni del Primo Ministro,che afferma di aver stanziato per la scuola pubblica 3,5 miliardi di euro.

La FLCCGIL ha eleborato uno studio su quanto il governo Renzi investirà sulla scuola, al di là delle dichiarazioni del Primo Ministro,che afferma di aver stanziato per la scuola pubblica 3,5 miliardi di euro.

Secondo l'analisi risulta che:
i 3,5 miliardi di euro dichiarati si riducono a 2,3 effettivi
il piano di assunzioni annunciato dallo stesso Renzi per la copertura di 150.000  posti si è ridotto a 100.701, mentre alla scuola ne servirebbero almeno 183.000.
i precari che matureranno 36 mesi di servizio anziché contare sulla dovuta stabilizzazione  potranno sperare al massimo su un indennizzo in denaro.

Inoltre, afferma il sindacato, il Governo non ha tenuto neanche conto delle principali richieste emerse dalla consultazione e cioè:

  • approvare un decreto urgente per le assunzioni
  • istituire un organico potenziato anche per gli ATA
  • rinnovare il contratto
  • promuovere maggiore democrazia nei percorsi decisionali
  • eliminare le molestie burocratiche
  • cancellare i tagli agli organici ATA (2.020 posti)
  • ripristinare gli esoneri dei vicari e  le supplenze brevi docenti e ATA cancellate dalla legge di stabilità
  • ripristinare i diritti retributivi dei dirigenti e sanare gli errori dell’amministrazione nei loro ultimi concorsi.

È evidente, secondo la FLCCGIL, che i tagli ci sono stati e ci saranno, infatti si prevede di tagliare altri 400 milioni di euro secondo il  DEF per la finanziaria 2016.

elaborazione

WhatsApp
Telegram

“Come compilare il nuovo pei pagina dopo pagina”. Corso tecnico/pratico di Eurosofia a cura di Evelina Chiocca, Ernesto Ciracì, Walter Miceli