Quanto deve pesare lo zaino di uno studente? C’è una norma ben precisa, ecco cosa dice. Scarica modello di circolare rivolta a docenti e famiglie

WhatsApp
Telegram

A seguito di richieste pervenute da parte di diversi uffici in ordine alla questione del peso di cartelle e zaini trasportati dagli studenti sullo sviluppo della colonna vertebrale e tenendo conto della letteratura scientifica internazionale, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Dipartimento per l’Istruzione, Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione e il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Dipartimento Prevenzione e Comunicazione, hanno ritenuto opportuno richiamare alcune raccomandazioni del Consiglio Superiore di Sanità, con la nota con protocollo n. 5922 del 30 novembre 2009 avente a oggetto “Chiarimenti in merito al peso degli zainetti scolastici”.

Considerazioni sulla valutazione del peso dello zaino

Nello specifico i ministeri dell’Istruzione e della salute, congiuntamente e ciascuno per le proprie competenze, hanno sottolineato che:

  • il peso dello zaino non deve superare un “range” tra il 10 e il 15 per cento del peso corporeo.
  • bisogna tenere conto delle altre variabili di rilievo quali la massa muscolare dello studente, la struttura scheletrica, il tempo e lo spazio di percorrenza con il carico dello zaino sulle spalle (tali variabili andranno valutate caso per caso da tutti coloro che interagiscono con lo sviluppo del fanciullo);
  • per una proficua prevenzione delle rachialgie in età preadolescenziale e adolescenziale è necessario inserire la corretta gestione del peso dello zaino all’interno di una più ampia educazione alla salute e alla promozione di corretti stili di vita;
  • da studi pubblicati risulta esistere una discreta variabilità sul peso trasportato da diversi studenti della stessa classe;
  • questo implica una necessaria educazione all’essenzialità logistica del corredo scolastico da parte dei docenti e una maggiore responsabilità in materia da parte delle case editrici dei testi scolastici.

La nota INAIL del 07/10/2020 con oggetto “Disposizioni anti Covid-19 ed ergonomia scolastica, online il factsheet dell’Inail”

Lo zaino – come si evince dalla nota INAIL del 07/10/2020 con oggetto “Disposizioni anti Covid-19 ed ergonomia scolastica, online il factsheet dell’Inail” – non deve superare il 15% del peso degli alunni. Il trasporto dei libri tra la casa e la scuola è un’altra causa dell’insorgenza dei disturbi muscoloscheletrici come il mal di schiena, che possono essere evitati utilizzando uno zaino ergonomico con dimensioni adeguate allo studente, uno schienale rigido e imbottito con bretelle ampie, una cintura da allacciare all’altezza della vita e una maniglia per sollevarlo o trasportarlo a mano. Il suo peso, inoltre, non deve superare tra il 10% e il 15% del peso dello studente, perciò, è fondamentale portare con sé solo lo stretto necessario. Se lo zaino, invece, è molto pesante, è preferibile usare un trolley o montarlo su un carrellino.

Le diposizioni dell’INAIL e il trasporto dei libri di scuola – lo zaino

Si legge nel documento dell’INAIL che “portare sulle spalle uno zaino molto pesante può causare disturbi muscoloscheletrici e, in particolar modo, il mal di schiena. Il peso dello zaino non deve superare un range tra il 10 e il 15% del peso corporeo; pertanto, è fondamentale portare con sé solo lo stretto necessario. Uno zaino ergonomico deve avere dimensioni adeguate allo studente (non deve essere troppo grande), schienale rigido e imbottito con bretelle ampie e imbottite, cintura da allacciare all’altezza della vita e maniglia per sollevarlo o trasportarlo a mano. Inoltre, deve essere leggero (da vuoto). Di seguito alcuni consigli “ergonomici” per evitare che il trasporto dello zaino possa portare all’insorgenza del mal di schiena. Come usare lo zaino in maniera corretta: Riempire lo zaino partendo dallo schienale e mettendo le cose più pesanti vicino allo schienale e poi, via via, le cose meno pesanti. Regolare le bretelle affinché siano della stessa lunghezza, cosicché lo schienale sia ben aderente alla schiena ed in modo che la parte inferiore dello zaino non scenda al di sotto della vita. Non portare lo zaino su una spalla sola, ma indossare sempre ambedue le bretelle e allacciare sempre la cintura in vita (se c’è). Quando è possibile (sull’autobus o quando si è fermi) togliere lo zaino dalle spalle e poggiarlo. Se lo zaino è molto pesante è preferibile usare un trolley o montarlo su di un carrellino. Se si usa una borsa per portare i libri, è bene ricordare che tenerla a lungo in mano può risultare dannoso, quindi è preferibile portarla a spalla o a tracolla. Si deve evitare di riempirla troppo ed è utile cambiare spesso la spalla di appoggio”.

I suggerimenti

Per quanto detto lo zaino non dovrebbe pesare più dei limiti consigliati, in quanto – come sottolineano il Direttore Generale per lo Studente, integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Massimo Zennaro e il Direttore Generale per la Prevenzione Sanitaria Fabrizio Olear “il peso eccessivo è causa di disagio fisico, che influisce sulla postura, sull’equilibrio, sulla deambulazione, anche se non sembra ancora scientificamente provato che influisca in maniera determinante su deformità vertebrali, mentre ci sono aspetti, quali ad esempio le rachialgie dell’età evolutiva, che meritano ulteriori approfondimenti. Infine, si sottolinea l’importanza del fatto che lo zaino venga indossato in maniera corretta, facendo sì che il carico venga ripartito simmetricamente sul dorso e non su un solo lato: un carico asimmetrico comporta come noto carico aumentato per il rachide in atteggiamento posturale non fisiologico”.

Disposizioni sul peso degli zaini degli studenti

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur